Ufficiale: Sergio Scariolo lascia la panchina di Milano

La notizia era nell’aria, ma adesso è ufficiale: l’EA7 Emporio Armani Milano e Sergio Scariolo hanno deciso consensualmente di non proseguire il rapporto in scadenza il 30 giugno 2013. L’addio era inevitabile: i due anni dell’ex ct della Spagna sono stati a dir poco fallimentari.

Quest’anno la società gli aveva messo a disposizione un roster sulla carta tra i più forti in Europa con il chiaro obiettivo di interrompere in Italia il dominio di Siena vincendo Coppa Italia e Scudetto e di raggiungere almeno le Top 16 di Eurolega. Ed invece Milano ha subito detto addio alla massima competizione europea, pur essendo inserita in un girone non irresistibile, è uscita al primo turno delle Final Eight per mano di Varese ed è stata eliminata ai quarti di playoff da Siena, pur avendo iniziato la serie sul 2-0 ed avendo il fattore campo a disposizione nella decisiva gara 7.

Tra Scariolo e l’esigente piazza biancorossa non è mai sbocciato l’amore: ciò è dipeso dal fatto che c’erano grandi aspettative attorno all’allenatore che ha reso grande la nazionale spagnola. Aspettative che sono state ampiamente disattese, perché quest’anno Scariolo non è riuscito a trovare una chimica di squadra, ma soprattutto non è stato in grado di indirizzare tutto il talento a sua disposizione in un sistema di gioco ben definito.

Per l’intera stagione Milano ha vissuto di fiammate individuali, il suo basket è fatto altro che di uno contro uno e di pick and roll tra il playmaker di turno e Bourousis e di una difesa troppo poco aggressiva ed incisiva per sperare di trionfare in Italia. Molto probabilmente il futuro di Scariolo sarà in Spagna: in questi giorni sono tante le voci che lo vorrebbero di ritorno sulla panchina di Malaga, sulla quale è già stato seduto dal 2003 al 2008, vincendo un campionato ed una coppa.

FOTO di Alessia Doniselli