News Serie A

Alla scoperta di Mychel Thompson, il fratello di Klay che approda a Varese

mychal-thompson-tri

Quest’anno noi di MY-Basket.it abbiamo deciso di impegnarci anche sul mercato italiano, in modo però differente dal solito: sul nostro sito non aspettatevi di trovare rumors o notizie in esclusiva, poiché per quello ci sono tanti portali dedicati, in primis Sportando.com. La nostra intenzione, invece, è quella di presentarvi, nel miglior modo possibile, tutti i giocatori più importanti o sconosciuti che si affacceranno alla nostra Serie A nella prossima stagione.

Il primo annuncio per il quintetto della ambiziosa formazione biancorossa per la stagione 2015/2016 è la 27enne ala con passaporto delle Bahamas, quindi considerabile nel conto dei comunitari visto lo status di “cotonou”, Mychel Thompson. Se il giocatore può non essere ancora conosciuto dal pubblico italiano vista la sua sola militanza nelle leghe americane, il cognome è certamente di quelli importanti. Mychel, infatti, è figlio di Mychal Thompson, prima scelta assoluta nel Draft 1978 e due volte campione NBA con la maglia dei Los Angeles Lakers, ed è fratello di Klay Thompson, la guardia titolare dei Golden State Warriors freschi della vittoria nelle NBA Finals contro i Cleveland Cavaliers di LeBron James. Mychel, come papà e fratello, ha dedicato fin da piccolo la sua vita alla pallacanestro riuscendo a coronare il sogno del professionismo, anche se a livelli più bassi rispetto a quelli del resto dei suoi familiari.

La carriera dell’ala piccola inizia alla high school dove prima milita nella Jesuit High School di Portland e successivamente finisce il suo percorso alla Santa Margarita Catholic High School in California, aggiungendoci anche un anno alla Stoneridge Prep subito dopo la fine dell’high school. A livello di college la sua scelta cade su una università non certo di primo piano come Pepperdine, che milita nella West Coast Conference. Thompson diventa parte integrante del quintetto già nel suo anno da freshman che conclude con 8 punti di media e come il giocatore che ha realizzato il maggior numero di triple nella squadra (cosa che accadrà anche nelle successive tre stagioni). Mychel rimane tutti i quattro anni a Pepperdine, gioca ovviamente sempre in quintetto e migliora ogni anno in maniera esponenziale arrivando a totalizzare nella sua ultima stagione in NCAA 14.6 punti e 5.9 rimbalzi di media col 30.1% dall’arco e segnando canestri decisivi come questo:

Mychel si dichiara per il Draft NBA del 2011 ma finisce undrafted, mentre il fratello Klay viene scelto alla numero 11 dai Golden State Warriors. Riesce comunque a realizzare il sogno di giocare in NBA, venendo schierato in quella stagione per 5 volte con la maglia dei Cleveland Cavaliers. Dopo la breve parentesi NBA inizia la sua carriera a livello di D-League, senza provare la carta europea. In D-League prima gioca con gli Erie Bayhawks, poi coi Sioux Falls sempre tenendo tranquillamente la doppia cifra di punti di media. Infine nel 2013 passa ai Santa Cruz Warriors per giocare col fratello di Steph Curry, Seth. Gli Splash Brothers della D-League insieme si trovano benissimo mettendo insieme prestazioni come queste:

Nella stagione 2014/2015 le strade degli Splash Brothers della D-League si dividono e a Santa Cruz rimane solo Mychel che con 14.2 punti e 3.5 rimbalzi di media porta gli Warriors a vincere il campionato della D-League dimostrandosi decisivo nelle partite importanti dei Playoffs. A 27 anni dopo una carriera spesa interamente negli Stati Uniti, Mychel ha deciso di provare a giocarsi la carta europea accettando la corte della nuova Varese di Arrigoni e Moretti (su di lui, si dice, c’era anche l’interesse di Brindisi e Venezia). Sulla carta sarà un rookie, ma certamente la sua grandissima esperienza tra NCAA e D-League, oltre alla sua ottima etica del lavoro, gli permetterà di integrarsi al meglio nel campionato italiano risultando così importante per le ambizioni Playoff dei biancorossi. L’acquisto di Thompson risulta ancora più importante alla luce del fatto che essendo “cotonou” non occuperà uno dei tre slot per gli extracomunitari.

Caratteristiche: Mychel Thompson arriva in Italia per occupare lo slot di ala piccola titolare della OpenJobMetis Varese e rappresenta il primo tassello del quintetto firmato dal duo Arrigoni-Moretti dopo gli annunci degli italiani Ferrero e Molinaro per la panchina. Thompson durante tutto l’arco della sua carriera ha dimostrato di avere grandissime doti di impegno e di etica del lavoro, cercando sempre di migliorare i propri difetti e di aumentare le soluzioni del suo gioco (cosa che l’ha sempre fatto apprezzare dai suoi allenatori). Dal punto di vista puramente tecnico Thompson è un’ala piccola che abbina un ottimo fisico (alto e muscoloso) ad un atletismo di buon livello che gli permette di essere pericoloso sia in campo aperto sia nell’arrivare al ferro. Thompson, come anche il fratello Klay, ha una meccanica di tiro bellissima da vedere ed ha grandissima capacità di mettere a posto i piedi nel minor tempo possibile prima di far partire il tiro. E’ un buonissimo tiratore dall’arco (sempre oltre il 30% di media in carriera) e, nonostante prediliga il tiro in uscita dai blocchi, è anche in grado di crearselo da solo dal palleggio. Non è, però, un attaccante monodimensionale in quanto è anche capace di attaccare verso il ferro in 1 vs 1 e di prendersi con costanza jumper dalla media.

Nonostante le sue statistiche a rimbalzo non siano eccezionali è capace di essere attivo anche in quel frangente ed è inoltre molto bravo nella lettura e nella comprensione del gioco cosa che lo porta a far sempre la cosa più utile per i compagni. In difesa è certamente un giocatore energico, attivo e capace di marcare i diretti avversari grazie alla sua stazza e alla sua velocità di spostamento riuscendo anche spesso a piazzare qualche stoppata. Preoccupano, invece, le sue percentuali ai liberi che non hanno mai raggiunto l’80%. Essendo un rookie in Europa e non essendoci propriamente delle difese di ferro in D-League bisogna vedere quanto si adatterà ai minori spazi che gli avversari gli concederanno. Al netto del rischio della mancanza di esperienza europea, Thompson per caratteristiche sembra il giocatore ideale per Moretti dal momento che abbina discrete doti atletiche e realizzative ad un alto QI cestistico. Se non soffrirà il cambio di campionato sarà sicuramente una bella sorpresa per i tifosi di Varese.

MYCHEL THOMPSON
Data di nascita 1 giugno 1988
Ruolo Ala piccola
Altezza 201 cm
Peso 98 kg
College Pepperdine (2007-2011)
Statistiche D-League ‘14/’15 14.2 ppg, 2.8 rpg, 2.1 apg, 36.9 %3P, 30.1 mpg