L’ANALISI – SERIE A 12° GIORNATA: Milano vince nel giorno del debutto di Hackett, Cavaliero sulla sirena regala il successo ad Avellino

La dodicesima giornata di campionato, disputatasi tutta nel giorno di Santo Stefano, porta con sé le sconfitte delle squadre che occupavano le prime quattro posizioni in classifica: Siena, Sassari, Brindisi e Cantù. La sconfitta più netta è proprio quella capolista solitaria Montepaschi Siena che, orfana di Daniel Hackett passato a Milano e senza Othello Hunter (ritornerà, però, Matt Janning), perde 60-81 in casa contro una super Pasta Reggia Caserta priva di Moore (dominante nella giornata precedente nel successo contro Varese) senza praticamente mai essere in partita. Ai ragazzi di Crespi non è bastata la prova da leader di Green (26 punti), mentre per Caserta ottime le prove di Brooks (19 punti) e Hannah (14 punti e 8 assist). Sassari per la seconda partita consecutiva va sotto i 70 punti segnati e perde nel finale (15-8 il parziale del quarto periodo) in casa dell’Acea Roma, ora seconda in classifica. Cantù, senza il centro Cusin, nonostante i 24 punti di Ragland e i 18 di Aradori cede 84-79 sul campo dell’Umana Venezia di un super Easley (16 punti, 11 rimbalzi, 31 di valutazione) che si riscatta così dopo la brutta sconfitta di Pistoia e si rilancia per un posto nelle Final Eight. Ad approfittare dei passi falsi delle prime della classe è soprattutto l’EA7 Milano che nel giorno del debutto di Daniel Hackett (5 punti e 6 assist), grazie alla doppia doppia di un sontuoso Melli (19 punti, 12 rimbalzi, 33 di valutazione), sconfigge 81-66 Cremona dopo essere stata sotto anche di 12 nel corso del secondo quarto. Reggio Emilia trova invece il primo successo esterno in campionato distruggendo in trasferta Pesaro, sempre penultima in classifica a pari punti con Cremona, col risultato di 66 a 99 e le grandi prestazioni di Silins (23 punti) e A. Cinciarini (18 punti). Nella zona bassa della classifica vincono e restano a pari punti Pistoia e Varese. La Giorgio Tesi Group vince di 6 sul campo di una Montegranaro reduce dal successo di Brindisi grazie ai 23 punti di Wanamaker e alla solita doppia doppia di Daniel (14 punti e 15 rimbalzi). Varese, invece, sfiora i 100 punti e sfrutta la giornata di grazia di Kee Kee Clark (34 punti, massimo in Serie A) per avere la meglio della Granarolo Bologna di un ottimo Matt Walsh (17 punti, 7 rimbalzi, 8 assist). Infine la partita più emozionante di questa dodicesima giornata, Avellino-Brindisi, decisasi solo con un canestro sulla sirena di Daniele Cavaliero.

LA PARTITA

SIDIGAS AVELLINO

ENEL BRINDISI

85

83

La Sidigas Avellino è arrivata al match contro la Enel Brindisi dopo l’importante vittoria esterna sulla Granarolo Bologna, mentre Brindisi si è presentata al PalaDelMauro con la sconfitta casalinga inaspettata contro la Sutor Montegranaro da riscattare. Il primo tempo è subito complicatissimo per i padroni di casa che, privi di Spinelli, si vedono fischiare 4 falli a testa ai due registi Lakovic e Cavaliero e vanno anche sotto di 15 lunghezze (23-38 al 12’) subendo parecchio dal duo Dyson-Snaer. Dyson e Snaer continuano a realizzare, ma Avellino riesce a chiudere il primo tempo a soli 10 punti di distacco grazie alla presenza di Kaloyan Ivanov e ai punti di Taquan Dean (42-52 al 20’). Nella ripresa le triple di Dyson e Snaer ricacciano la Sidigas a -13 (56-69 al 26’), ma Avellino non molla e 9 punti in fila di un immarcabile Ivanov regalano il vantaggio ai padroni di casa (80-79 al 37’). Il finale è combattutissimo: prima Dyson poi Todic segnano il +1 brindisino, ma Ivanov impatta a quota 83 con un 1/2 dalla lunetta a meno di 1’ dalla fine. Lewis si butta dentro ma sbaglia, Cavaliero prende il rimbalzo, corre tutto il campo e in penetrazione lascia andare una lacrima di sinistro che prima tocca il ferro e poi, proprio sulla sirena, entra regalando la vittoria per 85 a 83 alla Sidigas Avellino. I ragazzi di Vitucci, alla seconda vittoria consecutiva, agganciano il gruppone a quota 12. Brindisi, invece, nonostante sia arrivata la seconda sconfitta consecutiva, rimane nel gruppo delle seconde a quota 16.

Sidigas Avellino – Enel Brindisi 85-83
Avellino: Thomas 14, Biligha ne, Lakovic 13, Richardson 5, Ivanov 25, De Vito ne, Dragovic ne, Morgillo ne, Cavaliero 9, Riccio ne, Hayes, Dean 19. All.Vitucci
Brindisi: Aminu 4, James 4, Todic 7, Bulleri 10, Morciano ne, Formenti ne, Dyson 31, Lewis 5, Zerini, Snaer 18, Leggio ne, Campbell 4. All.Bucchi

SIDIGAS AVELLINO

NUMERI DELLA PARTITA

ENEL BRINDISI

25 – K.Ivanov

PUNTI

31 – Dyson
11 – K.Ivanov, Thomas

RIMBALZI

6 – Campbell
6 – Cavaliero

ASSIST

3 – Dyson
38 – K.Ivanov

VALUTAZIONE

30 – Dyson

RISULTATI e CLASSIFICA

Sidigas Avellino – Enel Brindisi 85-83
Montepaschi Siena – Pasta Reggia Caserta 60-81
Umana Venezia – Acqua Vitasnella Cantù 84-79
EA7-Emporio Armani Milano – Vanoli Cremona 81-66
Victoria Libertas Pesaro – Grissin Bon Reggio Emilia 66-99
Sutor Montegranaro – Giorgio Tesi Group Pistoia 87-93
Acea Roma – Banco di Sardegna Sassari 72-68
Cimberio Varese – Granarolo Bologna 98-89
MONTEPASCHI Siena 18 SIDIGAS Avellino 12
ACEA Roma 16 PASTA REGGIA Caserta 12
BANCO DI SARDEGNA Sassari 16 GRANAROLO Bologna 12
ENEL Brindisi 16 GIORGIO TESI GROUP Pistoia 10
ACQUA VITASNELLA Cantù 16 CIMBERIO Varese 10
EA7-EMPORIO ARMANI Milano 14 SUTOR Montegranaro 8
GRISSIN BON Reggio Emilia 12 VICTORIA LIBERTAS Pesaro 4
UMANA Venezia 12 VANOLI Cremona 4