News Serie A

Fantabasket Serie A 2015/2016: consigli per gli acquisti

Rieccoci con i nostri consigli per il fantabasket. Marco Arcari ha pubblicato ieri il nostro quintetto ideale, oggi andiamo invece ad indagare più nel profondo su quelli che potrebbero essere i giocatori in grado di svoltarvi la stagione. Prima di procedere, però, è doveroso dare un’occhiata a quanto avevamo fatto un anno fa: il roster principale che vi avevamo proposto conteneva tre cantonate pazzesche nel reparto lunghi (Ed Daniel, Richard Howell e Cameron Moore). Oltretutto, tra le possibile sorprese avevamo indicato Frank Gaines. Ci eravamo parzialmente riscattati, però, citando i nomi di Kenny Hayes, Okaro White, Tony Mitchell, Josh Owens e James Mays nel secondo roster. Speriamo, quest’anno, di poter fare meglio.

LE DODICI CERTEZZE

Guardie ─ I cinque elementi del quintetto proposto nell’articolo di ieri sono chiaramente inclusi in questo roster: per quanto riguarda il reparto guardie, quindi, ci sono Peyton Siva e Alessandro Gentile (che tecnicamente avrebbe un altro ruolo, ma ci rifacciamo a quelli ufficiali riportati su Legabasket). Oltre a loro due, partiamo con il consigliarvi Adrian Banks: Brindisi non è un contesto facile dal punto di vista della valutazione a causa del gran numero di tiri che si prendono solitamente gli esterni, ma Banks potrà uscir valorizzato dalla predilezione di Bucchi per gli attaccanti dal palleggio. Guardando al precampionato, non dovrebbero esserci molti dubbi su Maalik Wayns, grande talento che a Varese cerca riscatto dopo una stagione condizionata dagli infortuni. Le difficoltà ─ legate ai problemi fisici di alcuni elementi del roster ─ iniziali della Openjobmetis dovrebbero permettere a Wayns di essere ancora di più faro dell’attacco nelle prime partite della stagione. Impossibile, poi, non citare Luca Vitali: il ritorno a Cremona gli ha permesso di risultare, l’anno scorso, come uno dei migliori giocatori dell’intero campionato per valutazione.

Ali ─ Recuperiamo i due nomi del nostro miglior quintetto, James NunnallyAchille Polonara, e aggiungiamo una vecchia conoscenza e un nuovo arrivo. Se con Vitali parlavamo di uno dei migliori giocatori dello scorso campionato per valutazione, lo stesso si può dire di Hrvoje Peric, le cui cifre potrebbero però risultare leggermente ridimensionate dal salto in avanti che Venezia ha compiuto con l’inserimento di giocatori come Mike Green e Josh Owens. E la quarta ala? Davvero avete dei dubbi? Davide Pascolo, che l’anno scorso ─ alla prima vera stagione in Serie A ─ ha collezionato 17.5 di valutazione a partita.

Centri ─ Oltre a Julian Wright, ci sono diversi nomi interessanti. Lasciate perdere per ora D.J. White (ruolo A/C), al momento alle prese con un infortunio alla mano, così come Brandon Davies i cui tempi di recupero devono ancora essere annunciati. Abbiamo già citato l’approdo di Mike Green a Venezia e sappiamo cosa questo voglia dire: Josh Owens, giocatore dotato di ottimo q.i. cestistico, disporrà di diversi palloni geniali per concludere al ferro. Oltretutto, se le regole della vostra lega seguono i ruoli di Legabasket e prevedono il doppio ruolo, allora vi ritrovereste in casa un A/C che non dovrebbe avere difficoltà a confermare l’abbondante doppia cifra di media della passata stagione. Se non volete rischiare prendendo uno sconosciuto, allora vi conviene fare un pensierino su Dario Hunt, giocatore che forse ha peccato di continuità nell’arco della stagione passata, ma che ha avuto picchi di onnipotenza tali da far esaltare i suoi fantallenatori.

Roster: Peyton Siva (Caserta), Alessandro Gentile (Milano), Adrian Banks (Brindisi), Maalik Wayns (Varese), Luca Vitali (Cremona), James Nunnally (Avellino), Achille Polonara (Reggio Emilia), Hrvoje Peric (Venezia), Davide Pascolo (Trento), Julian Wright (Trento), Josh Owens (Venezia), Dario Hunt (Caserta).

I DODICI SU CUI PUNTARE

Guardie ─ L’abbiamo già citato due volte e, si sa, non c’è due senza tre: Mike Green torna in Italia dopo due anni di lontananza. Nella stagione 2012/2013, condusse Varese alla finale di Coppa Italia e alla semifinale Playoff con cifre strabilianti. Non aspettatevi di nuovo quel 17.7 di valutazione media, ma neanche che cali più di tanto rispetto a quella cifra. A proposito di valutazioni vertiginose e di Varese, Dawan Robinson ─ fino al taglio ─ era stato un autentico colpo per i fantallenatori che avevano puntato su di lui un anno fa. E che dovrebbero cercare di confermarlo. Tra le squadre che non abbiamo ancora menzionato c’è Pesaro, che schiererà un (giovanissimo) quintetto statunitense. I cinque titolari dovrebbero avere parecchi minuti a disposizione, motivo per cui diventano oggetto di interesse. E, tra di loro, il più pronto per le grandi cifre è Semaj Christon, anche se il compagno di reparto Trevor Lacey ha probabilmente ancora più talento offensivo. E per chiudere, perché non salutare due graditi ritorni nel nostro campionato? Scottie Reynolds nella stagione 2012/2013 aveva totalizzato 15.2 di valutazione media, mentre Pietro Aradori un anno dopo addirittura 17.2. Quest’anno vestiranno le maglie di Brindisi e Reggio Emilia.

Ali ─ Partiamo da Andre Dawkins di Torino. Forse una scelta azzardata, dal momento che non si fa di certo notare nelle voci rimbalziassist. Ma il prodotto di Duke ha quello che serve per attestarsi come uno dei migliori marcatori della Serie A. Con Dawkins ci siamo presi un rischio, allora torniamo su terreni conosciuti: LaQuinton Ross non avrà un ruolo tanto ridimensionato rispetto all’anno scorso, nonostante il passaggio da Pesaro a Cantù. Aspettatevi un calo sul piano della valutazione, ma di certo non considerevole. Un altro giocatore ─ già visto in Italia ─ che potrebbe far bene è Kenny Kadji, il terzo giocatore della Enel Brindisi in questi due nostri roster. La sua capacità di operare anche al di fuori del perimetro potrà fare molto comodo al gioco di Bucchi. Ma è pur sempre un rischio. Meno rischi, invece, dovrebbe comportare l’acquisizione di Wayne Blackshear, prodotto di Louisville che ha messo assieme buone cifre nel precampionato disputato in maglia Pistoia.

Centri ─ Il discorso minutaggi degli americani di Pesaro ci torna buono e ci permette di consigliarvi un altro giocatore della Consultivest: Maurice Walker. Il 23enne arriva da Minnesota, lo stesso college da cui proveniva Trevor Mbakwe. Un nome che potrebbe passare sotto traccia è quello di Alex Kirk, centro di Pistoia e protagonista del precampionato alla pari dei già citati Wright e Walker. L’ultimo consiglio è più romantico che razionale: Dexter Pittman. Il centrone è arrivato a Bologna con grande voglia di riscatto. E chissà che non potrebbe essere l’arma in più della vostra fantasquadra.

Roster: Mike Green (Venezia), Dawan Robinson (Varese), Semaj Christon (Pesaro), Scottie Reynolds (Brindisi), Pietro Aradori (Reggio Emilia), Andre Dawkins (Torino), LaQuinton Ross (Cantù), Kenny Kadji (Brindisi), Wayne Blackshear (Pistoia), Maurice Walker (Pesaro), Alex Kirk (Pistoia), Dexter Pittman (Bologna).

GLI ITALIANI

Se il vostro fantabasket dovesse prevedere quote obbligatorie di italiani, vi consigliamo qualche nome interessante. Fermo restando che, con un regolamento di questo tipo, conviene avere almeno uno tra Luca Vitali, Aradori, Alessandro Gentile, Pascolo e Polonara, ci sono altri elementi di potenziale valore. Partiamo sempre dal solito: Simone Fontecchio, che continuerà ad avere spazio e deve arrivare alla definitiva consacrazione. Le gerarchie di Reggio Emilia farebbero propendere per Stefano Gentile, che già in Supercoppa ha dimostrato di poter avere un impatto importante nella sua nuova avventura. Difficile, invece, capire quale sarà il ruolo esatto di Andrea Cinciarini a Milano. Chi ha fatto bene al ritorno in A l’anno scorso e potrebbe ripetersi quest’anno è Valerio Amoroso, che a Caserta ricopre sostanzialmente la posizione di primo cambio dei lunghi. Caserta potrebbe essere il luogo del riscatto per Daniele Cinciarini, che l’anno scorso ─ a Pistoia ─ ha faticato non poco. Svolgerà un ruolo da protagonista Riccardo Cervi ad Avellino e le sue cifre, di conseguenza, sono destinate a crescere. Marco Cusin Michele Antonutti sono certezze assolute, due giocatori che garantiscono solidità e continuità. A Trento è difficile capire quali saranno le esatte gerarchie tra Poeta e Forray, mentre a Torino Jacopo GiachettiMancinelli potrebbero avere un buono spazio. Per ultimo, se vi piacciono le scommesse, citiamo Awudu Abass, che avrà responsabilità ancora maggiori rispetto alla stagione passata.

I LEADER STATISTICI

Se il fantabasket è già una scienza inesatta per definizione, questa sezione del nostro articolo lo è ancora di più. Proviamo ad ipotizzare quelli che, da un punto di vista potenziale, potrebbero essere i migliori giocatori del nostro campionato per punti, rimbalzi ed assist.

Punti: Brad Heslip (Cantù), Trevor Lacey (Pesaro), LaQuinton Ross (Cantù), David Logan (Sassari), Maalik Wayns (Varese).
Rimbalzi: Dario Hunt (Caserta), Julian Wright (Trento), Maurice Walker (Pesaro), Jarvis Varnado (Sassari), Dexter Pittman (Bologna).
Assist: Andrea Cinciarini (Milano), Luca Vitali (Cremona), Mike Green (Venezia), Scottie Reynolds (Brindisi), Peyton Siva (Caserta).

LO COMPRO O NON LO COMPRO?

È arrivato il momento di valutare alcuni casi di giocatori importanti che sono stati fino ad ora trascurati per risolvere ogni dubbio sull’eventuale acquisto di uno di essi. Vi conviene prenderli o no?

─ Brad Heslip (Cantù): tiratore purissimo e realizzatore di prima fascia. Come tutti i giocatori di questo tipo, può destare qualche perplessità a livello fantacestistico. Ma a nostro avviso vale la pena investire su di lui.
─ MarQuez Haynes/David Logan (Sassari): il ritmo delle squadre di Sacchetti permette alle guardie di produrre sempre cifre di alto livello. In compenso, la competizione interna al roster della Dinamo è alta e questo fattore potrebbe causare una distribuzione della valutazione più omogenea che in passato. Comunque, Haynes e Logan sono due elementi di grandissimo valore anche per il fantabasket.
─ Gani Lawal (Milano): non fatevi ingannare dalle cifre che aveva all’esordio nel nostro campionato, quando vestiva la maglia di Roma. Lawal a Milano avrà un ruolo molto limitato.
─ Jamarr Sanders (Trento): non sarà un nome di grande richiamo, ma attenzione perché le sue cifre sono state in costante crescita nel corso della passata stagione. Buscaglia lo ha schierato anche da portatore di palla con buoni risultati. Se vi avanza un posto nel roster, affidatelo a Sanders.
─ Durant Scott/Alex Harris (Brindisi): due giocatori assolutamente complementari. Scott è più penetratore, Harris più tiratore. Comunque, se doveste scegliere tra uno dei due, Harris sembra essere il favorito per il posto in quintetto e, quindi, per fare cifre più alte.
─ Darius Lavrinovic (Reggio Emilia): se giocasse 30 minuti a partita, probabilmente sarebbe agevolmente il miglior giocatore del campionato per valutazione. Purtroppo per lui e per Reggio Emilia, il suo minutaggio dev’essere limitato per questioni di tenuta fisica. E questo condiziona ovviamente il suo rendimento fantacestistico.
─ Dejan Ivanov (Torino): l’infortunio di D.J. White ha costretto la Manital a tornare sul mercato ed è arrivato Ivanov, centro bulgaro che a Caserta un anno fa faceva registrare 20.4 di valutazione per gara. Non si sa, però, in quali condizioni fisiche sia attualmente Ivanov, che era ancora svincolato e ha firmato il contratto da poche ore. Prenderlo è un rischio più di quanto si possa pensare.
─ Allan Ray (Bologna): magari non ripeterà la stagione dell’anno scorso, ma difficilmente andrà troppo lontano da quei numeri. Niente paura, prendetelo.
─ Mychel Thompson (Varese): una firma che ha destato molte attenzioni, a causa della parentela tra il giocatore che esordirà con la maglia di Varese il 4 ottobre e il campione NBA Klay Thompson. Ma il precampionato ha mostrato una condizione ancora tutta da trovare. L’esperienza italiana di Mychel non sarà necessariamente un successo.
─ Tyrus McGee/Elston Turner (Cremona): due giocatori di enorme talento offensivo, ma con un problema non da sottovalutare. E cioè che, negli anni passati in A (due per Turner, uno spezzione di stagione per McGee), le valutazioni erano tutt’altro che confortevoli. Se dovessimo comunque scegliere uno dei due, punteremmo su Turner.

ROOKIE SÌ / ROOKIE NO

Per chiudere il nostro articolo, ecco un elenco di esordienti del campionato di A1 di cui non abbiamo parlato nelle altre sezioni. Nessun ragionamento approfondito, proviamo solo a dirvi se può valere o meno la pena di acquistare il giocatore per completare la vostra rosa in caso non foste riusciti a prendere qualcuno dei sopracitati.

GIOCATORE SQUADRA SÌ / NO
Jared Berggren Cantù No
Brent Petway Sassari
Joe Alexander Sassari No
Zoltan Perl Capo d’Orlando No
Laurence Bowers Capo d’Orlando
Alex Oriakhi Capo d’Orlando N0
Trevor Lacey Pesaro
Shaquielle McKissic Pesaro No
D.J. Shelton Pesaro
Dominique Sutton Trento
Trent Lockett Trento No
Oliver Lafayette Milano No
Krunoslav Simon Milano
Charles Jenkins Milano No
Robbie Hummel Milano
Jamel McLean Milano
Milan Macvan Milano No
Stanko Barac Milano No
Nemanja Milosevic Brindisi
Djordje Gagic Brindisi No
Preston Knowles Pistoia
Marcus Thornton Pistoia No*
Vladimir Veremeenko Reggio Emilia No
Ian Miller Torino
D.J. White Torino No*
Pendarvis Williams Bologna No
Rod Odom Bologna
Ramon Galloway Varese No*
Ovidijus Varanauskas Varese No
Jevohn Shepherd Varese
Mouhammad Faye Varese
Brandon Davies Varese No*
Muhammad El-Amin Caserta
Micah Downs Caserta
Benas Veikalas Avellino No
Taurean Green Avellino
Michael Bramos Venezia No
James Southerland Cremona

*Giocatore attualmente infortunato.