Playoff Serie A – Goss e Roma espugnano il Pianella e portano la serie a gara-7

LEONOVO CANTU’ – ACEA ROMA 69 – 74 (3-3)

Al Pianella va in scena una gara 6 diversa dal solito copione della serie Cantù-Roma, ma non per questo meno emozionante ed intensa. A prevalere in Brianza è la truppa di coach Calvani, che mette da subito il confronto sui toni della forza fisica e dell’atletismo, al quale i bianco azzurri sembrano poter tener botta, comandando il confronto sin dalla palla a due grazie ad un’ottima prova di squadra; come al solito poderoso nei suoi sforzi è capitan Mazzarino, così come Jeff Brooks sui due lati del campo. Totalmente sotto tono invece le prove di Joe Ragland (8 punti, troppe forzature e cinque falli) e soprattutto di Pietro Aradori, completamente fuori dal match, chiuso con 6 punti e 2-11 dal campo. Dall’altra parte Roma si avvantaggia della propria superiorità negli 1 contro 1 tra gli esterni, con Taylor e Goss che la fanno da padrone contro la difesa canturina, più volte punita con mortifere penetrazioni concluse con facili lay up o con un passaggio per la schiacciata di un incontenibile Lawal. Nel concitato finale, con Roma sopra di 7 Leunen e Tyus riportano la Trinchieri Band a meno 2 con una tripla e un contropiede, ma quando il pareggio sembra servito ci pensa nuovamente Goss con una tripla da distanza e siderale ad operare l’allungo decisivo che concede ai suoi compagni la chance di giocarsi la finale in una gara 7 che appare già memorabile.

MVP: Phil Goss, autore di 17 punti (5-8 da due, 1-6 da 3, 4-5 ai liberi) per un 14 di valutazione. Impatto che va ben oltre i numeri. Cantù non trova mai le contromisure necessarie e l’ex Varese sguazza penetrando a ripetizione e calando di fatto la tripla della vittoria nel finale.

CANTÙ: Tyus 12, Leunen 10, Ragland e Scekic 8
ROMA: Goss 17, Lawal 16, Datome 11

FOTO: Federico Rossini