L’analisi – Serie A, 25esima giornata: Milano asfalta Pesaro, Cantù rulla Varese nel derby

Giornata di scontri diretti quella appena terminata, che riporta equilibrio, soprattutto nella zona alta della classifica. Se Milano sta ormai conducendo un campionato a parte, Cantù e Brindisi non riescono nella fuga per il secondo posto, subito riagganciate dalla Montepaschi in serata.
L’Acqua Vitasnella si libera facilmente di una Varese cortissima e senza più nulla da chiedere a questo campionato, in un derby lombardo piuttosto monocolore, mentre l’Enel ritrova la vittoria dopo due turni di crisi sul non facile campo di Pistoia, che probabilmente dice addio al sogno playoff. E’ il quintetto brindisino a contrastare efficacemente i toscani, su anche di 10 lunghezze, grazie alla fisicità del centro Johnson (16 per lui con 11 rimbalzi). L’Enel costruisce il vantaggio nel terzo periodo e lo mantiene nel quarto, sempre guidata da Jerome Dyson, imprescindibile negli equilibri di Bucchi.
Siena, di collettivo, strappa un’importante vittoria sul campo dell’Acea nel big match di giornata, lasciando i padroni di casa al sesto posto (pressoché in cassaforte) solitario. In mezzo c’è la Dinamo, in scioltezza sulla Sutor.
Caldissima la zona di metà classifica, in cui ci si gioca l’accesso ai playoff. Perdono fuori casa entrambe le squadre a 24 punti: Reggio Emilia, che si gioca fino in fondo una partita tirata sul campo di Cremona, decisa dai 29 punti di Brian Chase, e Caserta, sconfitta da una Bologna che con le ultime due partite si è praticamente garantita la salvezza. Ringrazia la Sidigas, che batte Venezia e si porta anch’essa a ridosso della zona calda, a quota 22. Scontro, quello di Avellino, fra le compagini più attive nel mercato recente (si vedano i vari Vujacic, Goldwire e Achara), anche se a fare la partita sono i soliti noti: Thomas e Cavaliero (48 in due) e Smith (25) dall’altra parte. La Sidigas non riesce tuttavia a raddrizzare lo scontro diretto, tallone d’Achille per la squadra di Vitucci, in svantaggio verso tutte le dirette avversarie.

LA PARTITA

ACEA ROMA MONTEPASCHI SIENA
89 93

La squadra di Marco Crespi porta a casa un’importantissima vittoria su un campo complicato, vincendo una partita a punteggio molto alto (cosa insomita per la Mens Sana). Vediamo le chiavi dell’incontro. Anzitutto ottima la partita da fuori dei biancoverdi –questa sì caratteristica principale delle vittorie senesi: parliamo di un 15/27 da tre, irresistibile per molte squadre. Altra chiave la prestazione di esterni e panchina: da quest’ultima arrivano più del triplo dei punti che da quella romana, cosa che costringe Dalmonte a dipendere a lunghi tratti da Josh Mayo e Trevor Mbakwe. Dall’altro lato vediamo invece avvicendarsi esterni spesso atipici nel ruolo di play, in grado di colpire in molti fondamentali: impossibile non sottolineare allora la prova dell’ex Olimpia Marques Haynes, autore di 24 punti, in ottima parte frutto delle percentuali al tiro (6/7 da tre), ma anche risultanti da 6 liberi tirati e segnati, conquistati imponendo il fisico contro i pari ruolo romani.
Probabilmente decisivo lo stacco senese nel secondo periodo (8-19), in cui la coppia di esterni romani D’Ercole-Baron non ha convinto, mentre Crespi ha potuto avere molto da Viggiano e Nelson.
Brava poi Siena a tenere nel secondo tempo, restando ad alti ritmi realizzativi, grazie a Haynes e Janning. Brividi nel finale, in cui Mayo trascina con due canestri+fallo subito e una tripla e Hosley si sveglia facendo arrivare i suoi fino al -3. Non basta. Poco male comunque, Roma è salda al sesto posto e nulla le impedisce di continuare a sperare nel quinto.

ACEA ROMA – MONTEPASCHI SIENA 89-93
Roma: Goss 15, Jones 14, Tonolli ne, Rigetti ne, D’Ercole, Hosley 10, Mayo 22, Finamore ne, Baron 6, Szewczyk 4, Moraschini, Mbakwe 18. All.: Dalmonte
Siena: Viggiano 4, Hunter 4, Cournooh 2, Haynes 24, Carter 16, Janning 16, Ress 9, Ortner, Nelson 11, Udom ne, Cappelletti ne, Green 7. All.: Crespi

ALTRI RISULTATI E CLASSIFICA

 EA7-EMPORIO ARMANI Milano  40  UMANA Venezia  22
 ENEL Brindisi  34  SIDIGAS Avellino  22
 ACQUA VITASNELLA Cantù  34  CIMBERIO Varese  20
 MONTEPASCHI Siena  34  GIORGIO TESI GROUP Pistoia  20
 BANCO DI SARDEGNA Sassari  32  GRANAROLO Bologna  20
 ACEA Roma  30  VANOLI Cremona  18
 GRISSIN BON Reggio Emilia  24  SUTOR Montegranaro  14
 PASTA REGGIA Caserta  24  VICTORIA LIBERTAS Pesaro  12