L’analisi – Serie A, 4a giornata: Siena e Varese rullano le avversarie, sorpresa Vanoli

Quarta giornata incorniciata dalle due belle vittorie di due storiche rivali lombarde: Cantù, senza Aradori, batte Roma al PalaTiziano all’overtime, grazie soprattutto ai suoi cecchini, mentre Varese, cui dedichiamo il nostro focus, affossa la favorita Sidigas. Insieme con le due lombarde guidano la classifica a sei punti Brindisi, vincitrice sul difficile campo di Venezia, guidata ancora da un Dyson da 24 punti, e una stupefacente Bologna, che scava da subito un parziale decisivo marcato Walsh da cui Montegranaro non riesce a risollevarsi. A 6 punti anche Siena e Milano, con vittorie attese a Pesaro e con Pistoia. Oltre ad Avellino cade lontana da casa anche Sassari, sconfitta da una combattiva Cremona che conquista così –sicuramente in una partita non facile- i suoi primi due punti.

LA PARTITA
CIMBERIO VARESE-SIDIGAS AVELLINO 85-68

Una Cimberio sontuosa, al limite della perfezione; un Avellino con molti aspetti da rivedere, soprattutto nella gestione del gioco. Si può sintetizzare così la partita dei ritorni: quello di Varese al PalaWhirlpool e soprattutto quello amaro di coach Vitucci nella città lombarda. Partita a senso unico, con due chiavi di lettura: precisione al tiro e rimbalzi. Varese prende meno tiri da dentro l’area di Avellino ma capitalizza maggiormente (67% da due contro il 51% degli irpini) e conquista 10 solidi rimbalzi offensivi nei momenti-chiave –senza quindi concedere ripartenze facili-, mentre sarebbe stato lecito aspettarsi un dominio dei lunghi campani.
La partita si spezza subito: i 9 punti di Clark, finalmente carismatico trascinatore, sono parte di un ottimo lavoro offensivo coadiuvato da un importantissimo Ere –recuperato dopo una settimana di stop- e dalla solidità di Polonara e Hassell, decisivi anche in difesa contro i pari ruolo Ivanov e Thomas. Il 20-13 della prima frazione la dice lunga: Avellino non ha punti di riferimento e senza un Lakovic in forma Spinelli non può bastare a far girare la squadra. La sveglia prova a suonarla Cavaliero, mentre Vitucci gioca la carta dei quintetti piccoli, con Hayes da 4. Varese è brava però a restare concentrata e grazie a Ere e alla tripla alla fine del quarto di Polonara allunga le distanze portandosi a +13.
Nel terzo periodo la Sidigas sembra tornata più combattiva sul parquet, Lakovic fa girare la squadra e Dean e Thomas inizialmente rispondono bene, poi è buio ancora. Dall’altra parte Clark continua a bucare dalla retina (per lui 5/5 da due e 3/6 da tre nella partita), ma soprattutto si distinguono i due giovani della Cimberio: De Nicolao e Polonara: 7 punti a testa e tanta aggressività. Frates deve togliere Coleman gravato da 4 falli, mentre rischia un Hassell con 3. Viene ripagato dal centro e anche grazie a lui Varese chiude il quarto avanti 69-50. Il quarto periodo è quasi di gestione: Spinelli non riesce a scuotere i suoi, per cui ci sarà ancora da lavorare duramente per dare un’anima a un talento indiscutibile.

Varese: Scekic 2, Sakota 4, Coleman 9, Rush, Clark 20, De Nicolao 15, Testa ne, Balanzoni ne, Mei, Hassell 12, Ere 8, Polonara 15. All. Frates.
Avellino: Thomas 17, Biligha ne, Lakovic 9, Richardson 4, Spinelli 2, Ivanov 12, Dragovic 2, Morgillo ne, Cavaliero 5, Riccio ne, Hayes 10, Dean 7. All. Vitucci

TOP

FLOP

PG

 Keydren Clark

PG

 Marques Green

SG

 Daniel Hackett

SG

 Jaka Lakovic

SF

 Matt Walsh

SF

 Mardy Collins

PF

 Maarten Leunen

PF

 Michal Ignerski

C

 Greg Brunner

C

 Callistus Eziukwu

RISULTATI e CLASSIFICA

Grissin Bon Reggio Emilia-Pasta Reggia Caserta 76-59
Acea Roma-Pallacanestro Cantù 80-82 dts.
Cimberio Varese-Sidigas Avellino 85-68
Vaioli Cremona-Banco di Sardegna Sassari 86-74
Granarolo Bologna-Sutor Montegranaro 96-73
Umana Venezia-Enel Brindisi 82-87
EA7 Milano-Tesi Group Pistoia 75-55
VL Pesaro-Montepaschi Siena 69-94

MONTEPASCHI Siena

6

BANCO DI SARDEGNA Sassari

4

ENEL Brindisi

6

ACEA Roma

4

EA7-EMPORIO ARMANI Milano

6

PASTA REGGIA Caserta

4

PALLACANESTRO Cantù

6

UMANA Venezia

2

CIMBERIO VARESE

6

VANOLI Cremona

2

GRANAROLO Bologna

6

VL Pesaro

2

GRISSIN BON Reggio Emilia

4

SUTOR Montegranaro

2

SIDIGAS Avellino

4

GIORGIO TESI GROUP Pistoia

0

FOTO: Fotomario