L’analisi – Serie A, 9a giornata: Hackett trascina Siena, la Virtus ferma Brindisi

Il campionato entra sempre più nel vivo e anche la classifica comincia a darci informazioni più definite. A 14 punti le tre che stanno esprimendo il basket più convincente: Siena e Sassari vincono, la prima ad Avellino, la seconda con Reggio Emilia, mentre Brindisi si arresta, pur lottando fino alla fine, alla Unipol Arena. Se a quest’ultima dedichiamo il nostro focus, per quanto riguarda le altre due dobbiamo sottolineare i 50 punti di Caleb Green insieme a Drake Diener, che hanno affossato una Grissin Bon combattiva; mentre un Hackett irresistibile, con 11 punti consecutivi (16 nel quarto, con 3/3 da tre), ribalta da solo la partita al PalaDelMauro, lasciando Avellino ancora vittima delle sue lacune.
Finale tiratissimo (non il primo) al Pianella, dove la Cantù dell’ex Sacripanti trova il suo dodicesimo punto allo scadere contro Caserta, grazie a Cusin da sotto su rimessa. A far compagnia a Cantù a quota 12 c’è Roma, sbloccatasi in campionato e trascinata ancora da Baron (26 punti), che torna vincitrice da Pesaro, così come Venezia, nell’anticipo del sabato, torna vincitrice da Cremona, la cui sconfitta costa l’esonero a coach Gresta.
Pistoia non solo vince, ma strapazza una molle Cimberio, in particolare grazie ai suoi lunghi (soprattutto Johnson, che ne mette 19), mentre Milano passeggia a Desio contro Montegranaro.

LA PARTITA

 

 GRANAROLO BOLOGNA

 ENEL BRINDISI

 84

 79

Si arresta la corsa di Brindisi durata ben sei partite consecutive in casa dell’altra sorpresa di inizio campionato: la Granarolo Bologna. Alla fine di un match fisico, divertente e combattuto fino alla fine, vince forse la squadra più capace di imprimere al match la propria identità, facendo il suo gioco per 40’.
Inizio forte dei padroni di casa, subito avanti, complice la difesa pugliese troppo facilmente penetrabile, grazie a un King presente nei giochi a 2 (per lui 7 nel quarto). Dall’altro lato si fa vedere Aminu, ma le sue mancanze difensive, unite a 2 gravi perse, determinano la sua esclusione dal match e un parziale bolognese di 8-2. La scossa ai ragazzi di Bucchi la dà Campbell, migliore dei suoi con 17 punti, mentre la difesa forte riesce a riequilibrare il match. La prima metà del secondo quarto è tutta brindisina, con Todic protagonista. Bologna viene fuori verso il 15’, con l’intelligenza tattica di Walsh, capitalizzata da un ottimo Motum (8 nel quarto, con 2/2 da tre). E’ crisi degli ospiti, complice un Dyson opaco, che si sveglia con una tripla che argina l’11-0 bolognese. Bologna pasticcia un po’, Brindisi rimane sotto: 39-35 all’intervallo.
Break bolognese e contro-break brindisino segnano anche il terzo periodo, con Walsh ancora protagonista dell’8-0 dei suoi, mentre le alte percentuali di Brindisi (62% da due e 57% da tre) tengono il risultato in bilico. Situazione di equilibrio che si protrae anche nel quarto periodo, in cui un Walsh fuori giri da un lato e un Bulleri indiavolato (2 triple consecutive per l’ex) dall’altro sembrano poter portare l’inerzia dalla parte degli ospiti. La difesa bolognese però si serra, mentre dall’altro lato del campo Imbrò mette ordine. Si arriva agli ultimi 2’ in perfetta parità: qui è la lucidità, insieme alla continuità da parte dei suoi punti di riferimento, a premiare Bologna. Triple di Ware, Walsh e Motum decidono il match. A Brindisi l’onore di aver combattuto con astuzia e intensità un match in cui Dyson e Lewis non hanno brillato.

GRANAROLO BOLOGNA vs ENEL BRINDISI 84-79
Bologna: Gaddefors 2, Hardy 8, Motum 20, Imbrò, Fontecchio, Guazzaloca ne, Landi, Ware 13, Jordan 1, Bianconi ne, King 14, Walsh 26. All. Bechi.
Brindisi: Aminu 4, James 11, Todic 16, Bulleri 8, Morciano ne, Formenti ne, Dyson 13, Lewis 5, Zerini 2, Snaer 2, Leggio ne, Campbell 18. All. Bucchi.

GRANAROLO

I NUMERI DELLA PARTITA

ENEL

 26 – Walsh

PUNTI

 18 – Campbell
 10 – King

RIMBALZI

 9 – Todic
 6 – Hardy

ASSIST

 2 – Dyson, Campbell, Lewis
 31 – Walsh

VALUTAZIONE

 20 – Todic

RISULTATI e CLASSIFICA

  Vanoli Cremona – Umana Venezia 

64-77

  Banco di Sardegna Sassari – Grissin Bon Reggio Emilia 

92-85

  Acqua Vitasnella Cantù – Pasta Reggia Caserta

84-82

  Sidigas Avellino – Montepaschi Siena

75-85

  Giorgio Tesi Group Pistoia – Cimberio Varese

89-76

  EA7-Emporio Armani Milano – Sutor Montegranaro 

101-85

  VL Pesaro – Acea Roma 

77-82

  Granarolo Bologna – Enel Brindisi

84-79

 MONTEPASCHI Siena 14  UMANA Venezia 8
 BANCO DI SARDEGNA Sassari 14  SIDIGAS Avellino 8
 ENEL Brindisi 14  GRISSIN BON Reggio Emilia 8
 GRANAROLO Bologna 12  PASTA REGGIA Caserta 6
 ACQUA VITASNELLA Cantù 12  GIORGIO TESI GROUP Pistoia 6
 ACEA Roma 12  SUTOR Montegranaro 6
 EA7-EMPORIO ARMANI Milano 10  VANOLI Cremona 4
 CIMBERIO Varese 8  VL Pesaro 2