L’analisi – Serie A, 7a giornata: Brindisi solitaria in vetta, Cantù e Siena danno spettacolo

Settima giornata intensa e molto coinvolgente, che lascia in testa una fantastica Brindisi, vincente anche sul campo di Caserta. Trascinatori i soliti Dyson e James (16 e 17 punti), mentre per una Caserta in piena crisi si salva solo Brooks. Perde terreno Bologna, al primo stop casalingo di stagione contro una Venezia che sembra rinata e capace di giocarsi un match di intensità e qualità, guidata da un superbo Andre Smith da 29 punti e 32 di valutazione. Come la Virtus, si arresta anche la Montepaschi, sconfitta in una sfida tiratissima al Pianella da una Vitasnella eroica, cui dedichiamo il nostro focus.
Altro big match di scena a Sassari, che strappa un sorriso ai sardi in un difficilissimo momento per la regione. L’ex Marques Green ne mette 24 alla sua ex squadra, la Sidigas di Vitucci, che si difende per 40 minuti grazie alle bandiere Cavaliero e Spinelli. Tanto per cambiare è però Drake Diener a dire l’ultima parola e a chiudere il match con una tripla allo scadere che regala il decimo punto in classifica al gruppo di Sacchetti.
A quota otto Milano, che randella Reggio Emilia, e Roma, che torna a respirare vincendo sul non facile campo di Cremona, con un Mbakwe da 18 punti e ben 17 rimbalzi. Nell’anticipo l’ex Recalcati vince contro l’ex Frates, con un’ottima prova dei suoi esterni e grazie alla giusta determinazione nel riaprire i giochi: la Cimberio non vede la fine di un tunnel pericoloso. Chiudiamo col match di bassa classifica, che ci regala un triplo overtime in cui Pistoia ha la meglio sulla Vuelle, con Johnson decisivo nello sprint finale (per lui 37 punti).

LA PARTITA

 

 

 ACQUA VITASNELLA CANTÙ

 MONTEPASCHI SIENA

 90

 88

Match di livello altissimo di scena al Pianella, dove una Cantù in ottima striscia non cede nemmeno ai campioni d’Italia, cui strappa la vittoria all’ultimo minuto. Partita in cui dominano attacchi facondi (70% e 51% da due e 46% e 50% da tre) e intelligenza cestistica, ma in cui a decidere sono fame e varietà di soluzioni. Se per Siena il tema iniziale è il duetto Hackett-Carter, poi Hackett-Green e infine Hackett-Hunter (per la cronaca Hackett si fa 40 minuti con 25 punti, 7 rimbalzi e 8 assist), Cantù è brava a trovare tanti piccoli protagonisti di singoli momenti, in una serata in cui Ragland è regista ma non realizzatore.
Primo tempo di parità quasi assoluta, in cui a un primo quarto di formidabili realizzazioni da fuori, con protagonisti Leunen e Jenkins da un lato, Carter dall’altro, segue un secondo periodo di gioco più interno, in cui si nota il prezioso apporto di Ortner e Uter dalla panchina.
Green, Hunter e Ress bucano la retina all’inizio del secondo tempo, costruendo un break che porta gli ospiti sul 52-60. Poi però l’attacco senese è lasciato troppo all’iniziativa di Hackett, mentre Jenkins e Leunen poco a poco ricuciono il divario. E’ ancora un ottimo Uter da 14 punti a firmare la parità, frutto soprattutto di un lavoro fisico che frutta un 9-1 significativo a rimbalzo.
Hackett trascina i suoi nell’ultimo quarto, seguito a ruota da Hunter, con 6 punti e 2 preziosi rimbalzi in attacco. Dall’altra parte sono la voglia e la precisione di Gentile e Jenkins a tener botta, portando il risultato quasi in parità fino agli ultimi 30’’. Qui Siena subisce fallo e rimette a 15’’ da metà campo, ma Ragland sporca la rimessa e conquista due liberi. Sull’errore al secondo tiro Leunen si fa trovare pronto a rimbalzo, decidendo così l’incontro. Vince la tenacia, vince il collettivo di grande qualità ottimamente allenato da coach Sacripanti.

Cantù: Abass, Jones, 5, Uter 14, Rullo 3, Leunen 13, Jenkins 16, Ragland 9, Aradori 8, Cusin 6, Gentile 16. All. Sacripanti
Siena: Viggiano 5, Hunter 17, Cournooh, Rochestie 5, Carter 15, Ress 6, Cappelletti ne, Ortner 6, Udom ne, Hackett 25, Green 9. All. Crespi

ACQUA VITASNELLA

I NUMERI DELLA PARTITA

MONTEPASCHI

 16 – Jenkins e Gentile

PUNTI

 25 – Hackett
 8 – Leunen

RIMBALZI

 7 – Hackett
 7 – Ragland

ASSIST

 8 – Hackett
 20 – Leunen

VALUTAZIONE

 33 – Hackett

RISULTATI e CLASSIFICA

 Sutor Montegranaro – Cimberio Varese 

88-83

 Acqua Vitasnella Cantù – Montepaschi Siena

90-88

 Banco di Sardegna Sassari – Sidigas Avellino

78-75

 EA7 Emporio Armani MI – Grissin Bon Reggio Emilia

73-52

 Pasta Reggia Caserta – Enel Brindisi

65-69

 Vanoli Cremona – Acea Roma

68-78

 Granarolo Bologna – Umana Reyer Venezia

80-87

 Giorgio Tesi Group Pistoia – VL Pesaro

115-110 d3ts

 ENEL Brindisi 12  SUTOR Montegranaro 6
 MONTEPASCHI Siena 10  UMANA Venezia 6
 BANCO DI SARDEGNA Sassari 10  SIDIGAS Avellino 6
 ACQUA VITASNELLA Cantù 10  GRISSIN BON Reggio Emilia 6
 GRANAROLO Bologna 10  GIORGIO TESI GROUP Pistoia 4
 EA7-EMPORIO ARMANI Milano 8  PASTA REGGIA Caserta 4
 ACEA Roma 8  VANOLI Cremona 4
 CIMBERIO Varese 6  VL Pesaro 2