Milano vince ancora a Sassari ed è ad un passo dalla finale: 5 numeri da conoscere su Gara 4

Servivano due prove di grande carattere e da grande squadra a Milano per riuscire a prendere l’inerzia della serie contro la tosta Sassari di Meo Sacchetti ed in terra sarda i ragazzi di Luca Banchi non hanno deluso le attese. Dopo la vittoria all’overtime di Gara 3, grazie anche ad un fortunoso canestro di Gentile, in gara 4 i biancorossi hanno condotto dall’inizio alla fine con una prova difensiva di livello incredibilmente alto e con la grandissima capacità di variare giocatori decisivi (da Samuels a Gentile, passando per Langford) e modo di attaccare gli avversari bilanciando bene gioco interno ed esterno. La Dinamo, anche oggi, ha capito poco su come attaccare la difesa messa in campo da Banchi e, quando il tiro da 3 non entra, diventano molto visibili tutti i limiti della squadra di Sacchetti. Ora a Sassari per riaprire la serie serve veramente un miracolo.

I 5 NUMERI SULLA SFIDA

9/49 – In una gara 4 decisiva per le sorti della serie ad essere assente è stato il tiro da 3 punti con un 9/49 totale per Milano e Sassari, due squadre che solitamente colpiscono dall’arco con una certa continuità. Milano ha tirato 5/23 (21.7%), i padroni di casa invece hanno tirato con un pessimo 4/26 (15.4%). Proprio la mancanza di canestri dall’arco ha condannato alla sconfitta la Dinamo, dimostrando ancora una volta come la formazione sarda sia totalmente dipendente dalla percentuale del tiro da 3 punti.

32 – I punti realizzati dalla coppia Langford-Gentile, immarcabili quest’oggi per la difesa sassarese. Langford ha realizzato 17 punti con anche 7 rimbalzi entrando così definitivamente nella serie e, soprattutto, risultando un rebus irrisolvibile per ogni suo diretto avversario. Gentile, invece, sta continuando il suo straordinario processo di crescita avendo mostrato anche oggi tutto il suo campionario tecnico e di leadership. Il capitano milanese non ha sbagliato nessuna scelta, soprattutto quelle importanti, ha saputo sia trovare i compagni sia mettersi in proprio e alla fine il suo tabellino dice 15 punti, 3 assist e 18 di valutazione.

-10 – L’ incredibile valutazione negativa di Daniel Hackett in 15 minuti di utilizzo. In questa serie contro Sassari chi sta soffrendo oltremodo è proprio il play della nazionale e campione d’Italia in carica. Daniel ha realizzato in tutta la serie solo 13 punti in 114 minuti di utilizzo ed è sembrato spesso in difficoltà contro i piccoli play avversari. Ma, nonostante un Hackett non incisivo, Milano è comunque ad una sola vittoria dalla finale Scudetto. Daniel, quindi, avrà tempo e modo di rifarsi già in questi Playoff.

56 – I punti segnati in questa gara 4 dalla Dinamo Sassari. La Dinamo, squadra che fa dell’attacco il suo marchio di fabbrica, proprio in una partita decisiva per la propria stagione si è inceppata e mai in stagione aveva segnato così poco.

13+13 – L’impatto di Samardo Samuels, capace in questa serie di dominare il pitturato e regalare una dimensione interna all’Olimpia che Sassari non ha saputo arginare. Samuels ha propiziato il vantaggio iniziale milanese e a rimbalzo non è mai andato sotto contro nessun avversario. Eze e Gordon proprio non riescono a capire come marcarlo e Samardo è anche in grado di dominare contro un quintetto più piccolo.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI EA7-EMPORIO ARMANI MILANO
56 63
SERIE 1-3
TABELLINO COMPLETO