News Serie A

Playoff Serie A – Aradori apre, Polonara chiude e Reggio trova il 3-2

Reggio Emilia risponde nel migliore dei modi dopo il tracollo di Gara-4 e si porta sul 3-2 nella Serie contro Avellino grazie a una prestazione tutto cuore e intensità e alle ottime scelte di coach Menetti, che risparmia Polonara per tutto il match per poi farlo scatenare nell’ultima frazione. I reggiani ringraziano anche una sontuosa prova di Pietro Aradori (16 punti), con la guardia italiana che si prende il riconoscimento di MVP del match.

GRISSIN BON REGGIO EMILIA SIDIGAS AVELLINO
82
72
SERIE 3-2

I 5 NUMERI DELLA SFIDA

3 – I canestri realizzati da Avellino nel primo quarto, a fronte di 15 tentativi: l’intensità difensiva di Reggio Emilia fa soffrire molto i lupi irpini, i quali si ritrovano ad abusare del tiro dalla lunga distanza (2/10 da tre nella frazione per gli ospiti) e non riescono a far valere la loro fisicità sotto le plance, anche perché, per la prima volta nella Serie, Golubovic sembra essere in serata positiva. La squadra di coach Sacripanti beneficia di ben 9 tiri liberi, ma ne realizza solamente cinque: proprio i viaggi in lunetta permettono ai biancoverdi di restare a contatto in una prima frazione decisamente da dimenticare per percentuali complessive dal campo.

13 – I punti realizzati da James Nunnally nella seconda frazione, con l’MVP della Stagione Regolare che sale in cattedra e regala giocate offensive clamorose: che sia tripla in transizione o costruzione del tiro dal palleggio non cambia, è sempre canestro. Silins non riesce a limitarlo come aveva fatto nei primi due atti giocati al PalaBigi e Nunnally ne approfitta alla grande, permettendo agli ospiti di non pagare troppo lo scotto di una coppia di centri che non sembra dominare come fatto nel resto della Serie. Sale di colpi in una maniera impressionante e riesce a mettere costantemente in crisi la difesa dei padroni di casa, ma è importante anche in fase difensiva portando pressione ad Aradori e leggendo bene le linee di passaggio reggiane.

4 – Le triple realizzate da Avellino nei primi tre quarti: tale statistica è frutto dell’ottima difesa interna di Reggio Emilia, poiché i padroni di casa non concedono più quanto avevano concesso sul pick&roll e sul gioco in post dei lunghi negli altri episodi della Serie, costringendo gli irpini a cercare la soluzione dalla lunga distanza allo scadere dei 24” offensivi. La squadra di coach Sacripanti fatica, a volte, anche a condurre la transizione veloce, poiché gli errori per fretta e per banalità sono molti, ma ringrazia il lavoro sporco di Pini, specialmente nel terzo periodo, per restare a contatto in un match comunque in bilico al 30′.

-5 – La valutazione complessiva di Ivan Buva, uscito prematuramente per 5 falli e praticamente mai in partita. La statistica è emblematica poiché il lungo ex-Cantù era stato il fattore più importante nelle prime quattro partite della Serie, mentre stasera soffre moltissimo sotto i tabelloni e non riesce a dominare nel gioco in post, commettendo anche banali blocchi in movimenti. Per la verità, il fallo che lo costringe ad uscire anzitempo dal match non c’è, però la prestazione di Buva è indubbiamente insufficiente; un passaggio a vuoto lo si concede a chiunque, specialmente considerando la lunghezza e l’intensità di questa Semifinale, ma è innegabile che la sconfitta di Avellino si anche frutto della pessima prestazione dei lunghi irpini.

28 – La valutazione di Pietro Aradori, mio personale MVP di questo match nonostante lo show di Achille Polonara nell’ultima frazione. La guardia di Brescia gioca un match clamoroso per intensità, letture e produzione personale, trovando 16 punti, 9 rimbalzi, 4 assist e ben 7 falli subiti; rebus insolubile per la difesa avellinese, autore di canestri tanto belli quanto difficili, Aradori si gode una serata in cui vince ai punti il duello con James Nunnally e permette ai reggiani di sognare una storica seconda finale consecutiva. Peraltro, è il migliore dei suoi in ogni statistica, giusto per rimarcare l’epicità della prestazione offerta stasera.

@ PalaBigi – Reggio Emilia (RE)
TABELLINO COMPLETO

REGGIO EMILIA I NUMERI DELLA PARTITA AVELLINO
16 – Aradori PUNTI Ragland – 23
9 – Aradori, Polonara RIMBALZI Leunen – 8
– Aradori ASSIST tre giocatori – 2
28 – Aradori VALUTAZIONE Ragland – 26