News Serie A

Playoff Serie A – Aradori stratosferico e Reggio s’impone in Gara-1

Achille Polonara (Grissin Bon Reggio Emilia) durante i quarti della BEKO Final Eight 2016 fra Grissin Bon Reggio Emilia e Sidigas Avellino - Milano 19/02/2016 - Stefano Gariboldi/Newphotopress © All Rights Reserved

Reggio Emilia domina Gara-1 giocando una pallacanestro di una qualità e di un livello decisamente superiori rispetto a quanto mostrato dalla Dinamo e comincia a vendicare sportivamente la sconfitta nella Serie per il titolo dello scorso anno. Sassari, invee, paga molto i passaggi a vuoto di Logan e Akognon, autori in coppia di 11 perse e di percentuali troppo basse per garantire ai biancoblu di restare a contatto. I reggiani si godono anche l’inserimento nelle rotazioni del nuovo acquisto Needham e il rientro a buoni livelli di Lavrinovic.

GRISSIN BON REGGIO EMILIA BANCO DI SARDEGNA SASSARI
85 68
SERIE 1-0

I 5 NUMERI DELLA SFIDA

11 – I punti realizzati nel primo quarto da Veremeenko  (5/5 al tiro), vero fattore nel parziale di 21-6 con cui Reggio Emilia domina i primi 5 minuti della partita, nonché totem in ambo le fasi del gioco: infatti, se offensivamente il centro dei biancorossi è una sentenza, difensivamente riesce a contenere bene il gioco dei sardi nella ricerca del lob per Varnado e non da punti di riferimento in post, andando anche ad effettuare qualche show difensivo sui piccoli di Sassari. La difesa dei sardi gli concede molto nel pick&roll e perfino sulla tripla frontale, ma il bielorusso è incontenibile in una prima frazione in cui Sassari trova ritmo offensivo solamente sul finire.

17 – Gli assist di Reggio Emilia solamente nel primo tempo, contro i 6 a referto per la Dinamo Sassari. Il dato spiega benissimo la differenza tra le due squadre: mentre i padroni di casa trovano una circolazione di palla eccellente e dei terminali offensivi caldissimi (Aradori realizza 12 punti nella seconda frazione), gli ospiti si affidano alle individualità delle proprie stelle, non riuscendo a trovare continuità sul perimetro e soffrendo molto i raddoppi sul pick&roll effettuati dai reggiani.

19 – La valutazione di Rok Stipcevic a fine terzo quarto: se Sassari chiude solamente sotto di otto lunghezze al 30′ di gioco lo deve anche, e soprattutto, al croato, giocatore capace di spezzare il ritmo ai padroni di casa e di accendere tutti i compagni nel momento di maggiore difficoltà. Stipcevic è l’unico ad attaccare il ferro e a non fermare troppo il palleggio per garantire circolazione di palla e coinvolgimento di tutti i compagni.

24 – I punti realizzati da Pietro Aradori, indiscusso MVP di questa partita se non altro per le giocate offensive che ha saputo regalare durante tutto l’arco del match: triple, step-back sulla sirena, giocate in post, calma olimpica nell’affrontare transizioni che potrebbero facilmente ingolosire e indurre a forzature, il talento di Brescia ha letteralmente dominato questa Gara-1. Chiude con 11/14 al tiro e solamente due perse, cifre incredibili considerando anche in quante azioni di Reggio mette mano la guardia della Nazionale.

-5 – La valutazione finale di Akognon, che conclude prematuramente la sua partita con un quinto fallo (peraltro antisportivo che conduce a 2 liberi di Della Valle) e non riesce praticamente mai ad incidere in un match che lo vede spettatore non pagante. Chiude con 2/8 al tiro e 6 perse, non trovando alcuna azione individuale degna di nota fatta eccezione per la tripla con fallo che realizza nel primo quarto; va in difficoltà perfino in transizioni banali, in cui dovrebbe solamente lanciare in contropiede i compagni liberissimi ma finisce per produrre turnover incredibili.

@ PalaBigi – Reggio Emilia (RE)
TABELLINO COMPLETO

REGGIO EMILIA I NUMERI DELLA PARTITA SASSARI
24 – Aradori PUNTI Alexander – 15
7 – Polonara RIMBALZI Alexander – 5
– Kaukenas ASSIST Logan – 5
25 – Aradori VALUTAZIONE Stipcevic – 18