Playoff Serie A – Hackett è un fenomeno, Siena espugna Varese e vola in finale

CIMBERIO VARESE – MONTEPASCHI SIENA 69-82 (3-4)
Finisce qui il bellissimo sogno della Cimberio Varese: dopo una stagione da prima della classe, è ancora la Montepaschi Siena a mettere i bastoni tra le ruote alla truppa di coach Frank Vitucci, come già accaduto nella finale di Coppa Italia. Un’intera città credeva al miracolo, dato che questa squadra era riuscita a riaprire una serie che sembrava finita sul 3-1, guadagnandosi meritatamente il diritto di giocarsi l’accesso alla finalissima davanti al proprio pubblico. In queste occasioni, però, Siena difficilmente sbaglia: il roster sarà anche inferiore a quello che ha dominato le ultime sei stagioni italiane, ma la mentalità vincente è sempre la stessa. E così al termine di una vera e propria battaglia è la Mens Sana a strappare il pass per la finale, la settima consecutiva, dove affronterà la Virtus Roma.

LA PARTITA – La partenza arrembante di Varese fa pensare allo stesso copione delle ultime gare, ed invece Siena riporta subito l’incontro sui binari dell’equilibrio grazie all’ottimo contributo di Ortner, che approfitta dell’assenza sotto le plance di Dunston. Nel secondo quarto la Cimberio si sistema sotto le plance con l’ingresso di un positivo Ivanov e tenta un nuovo strappo, ma non appena il tiro da oltre l’arco inizia a tradirla, la Montepaschi recupera nuovamente, firmando anche un break di 0-7, chiuso dalla tripla sulla sirena di Rasic, che addirittura vale il vantaggio biancoverde all’intervallo (39-42).

Nella ripresa è Siena a fare la partita: Moss è scatenato ed infila 7 punti consecutivi che valgono il +8. Varese non ci sta e reagisce con i canestri di Green e Sakota, grazie ai quali torna avanti di 1. Il vantaggio però è subito ribaltato: la Cimberio non riesce a tenere le penetrazioni avversarie, in particolare quelle di uno straripante Hackett, e concede tanti viaggi in lunetta che, sommati al tecnico per proteste sanzionato ad Ivanov (nel giro di 20’’ esce per 5 falli a causa di uno difesa ed uno discutibile in attacco), permettono agli ospiti di raggiungere il massimo vantaggio (+10).

Varese chiude la terza frazione sul -8, ma è nell’ultima che produce il massimo sforzo per rientrare: se si esclude un libero di Hackett, la Montepaschi s’infrange contro l’ottima difesa dei padroni di casa, che pur non brillando in attacco riescono a trovare i canestri del -3 a 5’ dal termine. Brown con due scorribande offensive interrompe il digiuno senese, ma Green trova il nuovo -5 con 2’ ancora da giocare. A questo punto sale in cattedra nuovamente Hackett, che sferra il colpo del ko agli avversari: prima segna con gran freddezza una bomba allo scadere dei 24’’, poi nell’azione successiva si beve la difesa avversaria ed appoggia per il +8 a poco più di 60 secondi dal termine. Banks perde palla e purtroppo per la Cimberio l’incontro si conclude nel peggiore dei modi. Sakota prova ad anticipare Hackett, ma pur toccando il pallone commette fallo: il serbo non ci sta e perde del tutto la testa, tanto che viene trascinato a fatica fuori dal campo prima che possa commettere qualche stupidaggine contro la terna arbitrale.

MVP – Daniel Hackett: 23 punti, 9 assist, 5 rimbalzi, 4 recuperi, 11 falli subiti e 37 di valutazione. A ciò aggiungeteci i due canestri che hanno deciso la partita. Dobbiamo aggiungere altro?

VARESE: Green 20, Sakota 12, Ere 11, Talts 8
SIENA: Hackett 23, Moss 19,  Brown 14, Ortner e Ress 9

Foto di Mario Bianchi