Playoff Serie A – Incredibile Sakota, a mezzo secondo dalla fine porta Varese a Gara 7

MONTEPASCHI SIENA – CIMBERIO VARESE 80 -82 (3-3 nella serie)
Il basket giocato la spunta sulle polemiche regolamentari e istituzionali, e Sakota fa esplodere i tifosi del basket di tutta Italia. A 62 centesimi dalla fine, il buon Dusan trova il canestro della vita, allungando la serie a gara-7, e dando a Varese una consapevolezza tutta nuova in questa serie. Varese domina, parte alla grande cavalcando l’onda di un Dunston immarcabile e dominante, ma poi dilapida tutto il vantaggio acquisito come già accaduto in questa incredibile serie. Siena parte male, ma con la solita difesa arcigna e con la produzione di un Moss stratosferico al tiro pesante (5/7 da 3 punti) si mantiene a contatto, arrivando addirittura a +5 negli ultimi due minuti. Proprio a un minuto dalla fine, il basket fa capire ancora una volta (come se fosse necessario) perché è uno degli sport più imprevedibili, e quindi più belli, del mondo. Talts stoppa Bobby Brown con un raddoppio perfetto, e sull’azione successiva realizza un gioco da 3 punti che riporta Varese in parità. A 40 secondi dalla fine Siena ha il possesso offensivo sull’80 pari, ma Moss sbaglia proprio l’unica tripla che andava segnata; Varese conquista il rimbalzo e parte in contropiede, ma Mike Green tiene la palla in mano manco fosse Carmelo Anthony, e la sua tripla a 2 secondi dal termine scheggia il primo ferro. A rimbalzo si crea una confusione incredibile, con Lamonica che chiede l’aiuto dell’instant replay per assegnare il possesso. Dopo la consultazione, la palla è assegnata a Varese, con 62 centesimi di secondo da giocare. Qui accade l’incredibile, con Green che rimette nelle mani di Sakota, il quale segna un canestro assurdo: game e set per Varese, canestro della vita per Dusan e serie che ritorna a Masnago. Tutto questo, perché il basket sarà sempre più forte di regolamenti disapplicati, di istituzioni sportive inefficienti e di polemiche sterili. Varese vince la partita più bella della sua stagione, ma Siena dimostra che non vince per caso da 6 anni consecutivi. Al PalaWhirlpool sarà una battaglia, tra le due grandi di oggi del basket italiano. Senza offesa per nessuno, sia chiaro.

MVP: Dusan Sakota, autore di 9 punti (3/5 da 2 punti e 1/3 da 3 punti) con 3 rimbalzi per un 5 di valutazione complessiva. Forse altri meriterebbero il titolo di MVP di questo match, e forse Sakota ha giocato questa serie nettamente al di sotto delle sue potenzialità. Tuttavia, questo canestro vale una stagione, e il popolo varesino ora sogna in grande prima di tornare nella propria tana.

MONTEPASCHI SIENA: Moss, Brown, Ortner 17, Kangur 14.
CIMBERIO VARESE: Green 20, Banks 16, Dunston 10.