News Serie A

Playoff Serie A – Milano indomabile, Lafayette la porta sul 3-2

Oliver Lafayette (EA7 Emporio Armani Milano) durante la finale della BEKO Final Eight 2016 fra EA7 Emporio Armani Milano e Sidigas Avellino. Basket - Milano 21/02/2016 - Stefano Gariboldi/Newphotopress © All Rights Reserved

Milano riesce a complicarsi la vita anche in una partita praticamente chiusa già nel primo quarto – 29 a 8 il punteggio al 10′ di gioco – ma ringrazia un provvidenziale Lafayette per chiudere una partita comunque riaperta delle triple di Della Valle prima, e di Aradori poi. L’Olimpia domina in ogni aspetto del gioco, ma non riesce a chiudere definitivamente la contesa prima del 35° minuto, patendo i soliti cali di tensione e non sfruttando al meglio la poca verve offensiva degli ospiti (che a fine terzo quarto tirano con un incredibile 36% dal campo).

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO GRISSIN BON REGGIO EMILIA
97
73
SERIE 3-2

I 5 NUMERI DELLA SFIDA

29 – I punti realizzati dall’Olimpia nel primo quarto, con i padroni di casa a dominare in ogni aspetto del gioco e a trovare transizioni velocissime che portano spesso Gentile e Sanders ad arrivare al ferro con una facilità disarmante. Reggio Emilia è stordita dall’avvio dei milanesi e paga moltissimo l’intensità che Milano mette in campo in ambo le fasi del gioco; gli ospiti, inoltre, commettono errori inusuali sotto canestro e pagano moltissimo l’incredibile 2/18 dal campo con cui chiude la prima frazione di gioco, pagando una valutazione di squadra pari a – 2 (contro il 45 messo insieme dall’Olimpia).

6 – Le triple tentate da Milano nel primo tempo: statistica emblematica, che spiega bene come l’Olimpia riesca a difendere in maniera impeccabile per condurre transizioni veloci e non dover ricorrere necessariamente a un gioco perimetrale che molto l’aveva penalizzata nei due atti giocati al PalaBigi. La chiave della prima metà di partita sta proprio nelle transizioni che Kalnietis imposta velocemente e nei comodi layup che gli esterni milanesi portano a casa sfruttando la superiorità numerica derivante dalle difficoltà offensive dei reggiani.  L’Olimpia sfrutta benissimo l’atletismo di Gentile e Sanders in contropiede, ma riesce anche a chiudere comodissimi giochi a due tra un piccolo e Batista (3/3 dal campo per il centro biancorosso).

12 – I punti realizzati da Darjus Lavrinovic nel primo tempo, con il lituano che – insieme ad Aradori – sembra essere l’unico giocatore di Reggio Emilia a capirci qualcosa di questa prima frazione di partita, facendo valere le abilità nel gioco spalle a canestro e punendo ogni mismatch con viaggi in lunetta e potenziali giochi da tre punti. Il centro degli ospiti è una spina nel fianco per la difesa biancorossa, la quale però non concede praticamente niente a tutti gli altri effettivi emiliani e si trova a mettere in campo un’intensità clamorosa su ogni singolo possesso.

3 – Le triple di Amedeo Della Valle nella terza frazione di gioco, ormai una costante in questa Finale poiché al Forum ci aveva già abituato a giocate clamorose da oltre l’arco; Milano gli lascia spazio sulla tripla che vale il -11 a metà frazione e lui ripaga con altre due bombe ai limiti della realtà, dimostrando di essere il miglior tiratore di striscia che la Serie A possa vantare. Della Valle è il giocatore chiave per i reggiani in questa Serie, poiché grazie alle sue giocate offensive riesce incredibilmente a infondere fiducia ai compagni e a creare parziali che possono riportare a contatto Reggio Emilia anche dopo svantaggi molto consistenti.

8 – I punti consecutivi di Oliver Lafayette nel momento più importante del match, ovvero quando, grazie alle triple di Aradori, Reggio Emilia sembrava poter rientrare completamente in partita. La combo-guard è fondamentale nel prendersi responsabilità offensive in una partita in cui, comunque, coach Repesa gli concede un buon minutaggio nonostante le buone prestazioni di Kalnietis e Cinciarini, a testimonianza dell’importanza che l’ex-Olympiacos ha nelle rotazioni di questa Olimpia. Meritatissima la standing ovation che il coach croato gli concede quando mancano meno di 3 minuti alla fine del match.

@ Mediolanum Forum – Assago (MI)
TABELLINO COMPLETO

MILANO I NUMERI DELLA PARTITA REGGIO EMILIA
16 – Kalnietis PUNTI Aradori – 14
8 – Simon RIMBALZI Polonara – 9
– Simon ASSIST De Nicolao – 4
25 – Kalnietis VALUTAZIONE Polonara – 17