Playoff Serie A – Quarti gara-2: Milano replica, Sassari è un carro armato

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO GIORGIO TESI GROUP PISTOIA
87 67
SERIE 2-0

Milano è irritante, in senso positivo, ma anche negativo. In positivo perché dimostra una superiorità di gioco e di organizzazione imbarazzante; in negativo, però, perché questo dominio lo mette in pratica solo nei 10′ finali, dovendo sprecare energie su energie per avere ragione di un’indomita Pistoia, che regge il confronto fino al 30′ di gioco. Certo, gli aspetti negativi non mancano per la corazzata milanese: Hackett sembra ancora fuori condizione, nonostante riesca a dominare il confronto in regia contro un Wanamaker comunque reattivo (5 recuperi per lui). L’ago della bilancia è assolutamente Alessandro Gentile, che dimostra ancora una volta quanto sia pesata la sua assenza anche in ottica Eurolega: il figlio del grande Nando chiude con 19 punti (7/11 dal campo) e ben 2 stoppate. La squadra di coach Moretti tiene comunque testa a un avversario che sembrava destinato a dominare questa serie, molto più di quanto le prime due gare al Forum di Assago non dicano: infatti, possiamo dire che questo 87-67 è un risultato abbastanza bugiardo, perché Milano chiude l’ultimo quarto con 24 punti all’attivo e solo 12 al passivo. Più di quanto non dicano i suoi 12 punti, Langford è sembrato abbastanza fuori match (4 perse in momenti chiave del match), e non è un caso che l’Olimpia ha piazzato il break proprio quando il suo asso era in panchina. La serie si sposta ora in Toscana, ma sembra difficile che Pistoia riesca a trovare contromosse per arginare uno strapotere milanese che è sotto gli occhi di tutti. Questo non vuol dire che la squadra toscana stia facendo il ruolo della vittima sacrificale, perché per 65 minuti su 80 totali ha tenuto egregiamente testa alla squadra di patron Armani.

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO – GIORGIO TESI GROUP PISTOIA 87-67
@ Mediolanum Forum – Assago (MI)
TABELLINO COMPLETO

MILANO I NUMERI DELLA PARTITA PISTOIA
 19 – Gentile PUNTI Johnson – 14
 6 – Samuels, Moss RIMBALZI Daniel – 5
 5 – Hackett ASSIST Gibson – 5
 19 – Gentile VALUTAZIONE Johnson – 19

————————————————————————————————–

BANCO DI SARDEGNA SASSARI ENEL BRINDISI
89 62
SERIE 2-0

Sassari disputa una delle migliori partite della stagione e si sbarazza facilmente di Brindisi: partita già chiusa al 2° quarto, con i padroni di casa che volano sul 53-31 grazie all’irreale prestazione di Drake Diener nel primo quarto. ManDrake, infatti, realizza 21 punti in 10′, frutto di un 7/9 da 3 punti che sa tanto di antologia, di una prestazione che mancava dai tempi di un certo Oscar Schmidt. In una partita praticamente perfetta, a dominare principalmente è la coppia Drake Diener-Caleb Green ( punti in due), mentre Travis Diener torna a essere il direttore di un’orchestra fantastica (ben assist per lui). Brindisi è completamente fuori partita, frastornata anche dall’irreale prestazione della guardia di Sassari, e non riesce a trovare alcuna contromisura allo strapotere sardo sul perimetro dei 6.75. Chi più tradisce le aspettative è Dyson, che chiude con un imbarazzante 4/14 dal campo e 4 falli commessi, senza saper prendere per mano i compagni, come gli sarebbe richiesto da coach Bucchi. Brindisi deve assolutamente voltare pagina, se vuole allungare la serie almeno a gara-4, ma sembra davvero difficile riuscire a limitare una macchina finora perfetta, come quella di coach Sacchetti. Da sottolineare anche la prestazione di un Eze d’annata, che chiude con 8 punti, 8 rimbalzi e 4 stoppate. Che poi, potremmo spiegarvi quanto volete com’è maturata la vittoria di Sassari, ma la realtà è semplicemente una: Drake Diener fa un altro sport, e ho l’impressione che ci regalerà altre prestazioni strabilianti in questi Playoff. Occhio a non dare Brindisi per morta, perché in casa la musica potrebbe cambiare, specialmente alla luce di quanto visto in gara-1.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI – ENEL BRINDISI 89-62
@PalaSerradimigni – Sassari
TABELLINO COMPLETO

SASSARI I NUMERI DELLA PARTITA BRINDISI
 22 – D. Diener PUNTI Campbell, Dyson, Umeh – 11
 8 – Eze RIMBALZI Chiotti – 7
 10 – T. Diener ASSIST Chiotti, Umeh, Snaer – 2
 34 – D. Diener VALUTAZIONE Chiotti – 16