Playoff Serie A – Roma e Sassari non deludono il proprio pubblico volando sul 3-2

ACEA ROMA vs TRENKWALDER REGGIO EMILIA 74-69 (3-2)
Come due giorni fa, l’Acea Roma batte nuovamente Reggio Emilia e si porta per la prima volta in vantaggio nella serie, proprio ad un passo dall’accesso alle semifinali. La partita comincia subito in maniera molto intensa con entrambe le formazioni che si rispondono colpo su colpo. I primi due quarti sono praticamente in equilibrio: Roma, guidata da un esuberante Lawal e dai soliti Goss e Datome, quest’ultimo premiato prima dell’inizio della partita come MVP della regular season, tenta più volte la fuga, ma viene frenata dagli emiliani, che tirano molto bene dall’arco dei tre punti (6/11 da tre alla pausa). All’intervallo lungo i romani si trovano avanti solo di quattro punti, mentre il loro primo vero allungo arriva solo sulla sirena della frazione di gioco successiva, quando una bomba di Datome porta la formazione di coach Calvani ad ottenere il massimo vantaggio di nove lunghezze. Nell’ultimo quarto, la formazione capitolina cerca di amministrare il vantaggio acquisito incrementandolo fino ad un +14, ma Reggio Emilia non per questo si da per vinta e, spinti dall’energia di Jeremic e Filloy, tenta fino all’ultimo secondo di gioco di riprendere i padroni di casa. E’ troppo tardi: finisce 74-69.

MVPBobby Jones: 16 punti (4/6 da due, 2/5 da tre, 2/3 ai liberi), 9 rimbalzi, 7 falli subiti, 1 stoppata, 24 di valutazione

TABELLINO
Roma: Jones 16, Goss 15, Datome 15.
Reggio Emilia: Brunner 12, D. Cinciarini 12, D. Taylor 10.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI vs LENOVO CANTÙ 81-58 (3-2)
Al PalaSerradimigni di Sassari non c’è quasi mai partita: i padroni di casa, dopo un inizio con percentuali non brillantissime, cercano subito la grande volata, trainati dal neo-arrivato Gordon e da un Drake Diener che si vuole subito riscattare dalla deludente gara giocata due giorni fa. Il tabellone, alla fine dei primi due quarti di gioco, segna uno svantaggio netto di nove punti per Cantù, che fatica a rimanere a galla e lo fa solo con l’atletismo di Tyus (11 punti e 9 rimbalzi nei soli primi due periodi). Quando anche quest’ultimo si spegne, la gara diventa davvero a senso unico e il +29 firmato da Becirovic nell’ultima frazione di gioco fa ben intendere che coach Trinchieri e i suoi hanno ormai la testa proiettata alla partita che si disputerà dopodomani, gara che non possono assolutamente sbagliare in quanto determinerebbe l’eliminazione della formazione brianzola.

MVPDrake Diener: 18 punti (5/5 da due, 1/4 da tre, 5/7 ai liberi), 5 rimbalzi, 5 falli subiti, 1 stoppata, 2 palle recuperati, 2 assist, 27 di valutazione

TABELLINO
Sassari: D. Diener 18, Vanuzzo 13, Gordon 13.
Cantù: Tyus 13, Aradori 12, Ragland 10.

FOTO: Federico Rossini