Playoff Serie A – Roma pareggia la serie, Cantù lotta ma non basta

Parte la fase di Gara-2 per la parte bassa del tabellone dei playoff di Serie A. L’Acea Roma pareggia la serie rifilando un pesante -24 alla Trenkwalder Reggio Emilia, mentre una coriacea Lenovo Cantù ha tenuto botta sino all’ultimo minuto di gioco al Banco di Sardegna Sassari che conferma così il fattore campo portandosi sul 2-0.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI vs LENOVO CANTÙ 83-78 (2-0)

Secondo successo nella serie per la Dinamo Sassari che supera Cantù solamente nel finale al termine di una gara interessante e combattuta. Nei primi due quarti la squadra di Sacchetti ha tenuto le redini del match, pur senza brillare, ma al rientro in campo la Lenovo affonda il colpo del pareggio e sorpasso. La verve di Ragland e la gran mano di Leunen scavano il +8 (48-56) di fine periodo. Nell’ultimo quarto sono uno scatenato Thornton e un solido Gordon a riportare Sassari in partita prima del break decisivo firmato Manuel Vanuzzo. Il capitano dei sardi ha segnato 8 punti in fila (due triple) chiudendo di fatto il match a tre minuti dalla conclusione. La bella tripla di Leunen (77-74 con 1 min da giocare) risveglia l’animo brianzolo ma i giri in lunetta di Travis Diener mettono il sigillo definitivo sul match. Cantù, nonostante la sconfitta, si è dimostrata ancora viva pur senza Aradori, fuori per infortunio, ed il deludente duo azzurro Cusin-Mancinelli relegato in panchina da Trinchieri. Segnali importanti per gara-3 da Scekic e Tyus.

MVPBootsy Thornton: 15 punti (3/5 da due, 2/4 da tre e 3/3 ai liberi), 3 rimbalzi, 2 recuperi e 1 assist per 14 di valutazione.

Sassari: T. Diener 20, D. Diener 18, Thornton 15.
Cantù: Ragland 24, Leunen 14, Tyus 13.

ACEA ROMA vs TRENKWALDER REGGIO EMILIA 82-58 (1-1)

L’Acea Roma mette una pezza asfaltando di prepotenza la Trenkwalder Reggio Emilia corsara nella Capitale solamente giovedì scorso. Una gara senza storia sin dai primi minuti con Roma che dilaga con Goss e Datome nonostante le pesantissime assenze di Jordan Taylor e Gani Lawal. A fare le loro veci ci pensano lo stesso Goss in compagnia di D’Ercole ed i due lunghi Czyz e Lorant autori rispettivamente di 8 e 14 punti. Nel corso del match hanno trovato ampio spazio il giovane Matteo Tambone, in campo per 14 minuti, così come il veterano ed ex capitano Alessandro Tonolli (11 minuti). Reggio Emilia non ha saputo ripetersi incappando in una giornata nerissima di Brunner (3 punti e 1 rimbalzo) e di Cinciarini. Il resto della truppa si è adeguato alla mediocrità generale non riuscendo a trovare un antidoto efficace alla voglia di riscatto romana.

MVPGigi Datome: 20 punti (6/10 da due, 2/3 da tre e 2/2 ai liberi), 3 rimbalzi, 1 stoppata, 1 recupero e 1 assist per 19 di valutazione.

Roma: Datome 20, Lorant 14, Goss 13.
Reggio Emilia: D. Taylor 13, Bell 12, Antonutti 10.

FOTO: Federico Rossini