Playoff Serie A – Niente da fare per Varese, Siena recupera da -17 e sale sul 3-1

MONTEPASCHI SIENA vs CIMBERIO VARESE 78-77 (3-1)

Un parziale di 27-15 nell’ultimo quarto, una intensità difensiva pazzesca, un Hackett con due “attributi” così e soprattutto un Bobby Brown da 14 punti negli ultimi dieci minuti con 4/5 da tre: rimonta Montepaschi da -17 e serie quasi chiusa. Questo ciò che resta di una gara-4 che, con epilogo diverso, ci vedrebbe a esaltare una sontuosa prestazione della Cimberio Varese, che, ritrovando tutto ciò che le era mancato in gara-3 –il talento di Ere, la determinazione giusta, la lucidità e il ritmo- ha fatto e dominato il match per 30 minuti.
Per i primi tre quarti la Montepaschi sembra la Varese della partita precedente: solita difesa, costruzione di gioco anche discreta, ma pessime percentuali al tiro: basti citare il 7/20 della prima frazione per rendersene conto. Solo due triple di Brown a fine secondo quarto riescono ad arginare una Cimberio al limite della perfezione, che trova in Ere il capitano e leader offensivo che sa essere (22 totali per lui). Dal 37-42 dell’intervallo, dopo il positivo contributo di Janning (6 punti in due azioni consecutive) che tiene lì i padroni di casa, è caduta libera per Siena: 5/16 dal campo, 5 rimbalzi contro gli 11 di Varese e parziale di 0-16 in 4’: al timeout di Banchi Ere, Dunston e compagni –si noti l’ancora buona prestazione di Cervella- sembrano in controllo. Il 51-62 del 30° è frutto di due azioni personali di Moss e Hackett, che segnano subendo falli ingenui.
Poi, vuoi un quintetto troppo molle della Cimberio, vuoi un agghiacciante 0/7 da tre che testimonia tutta l’impasse offensiva dei Lombardi, vuoi la mancanza di lucidità, o vuoi semplicemente che Siena, oltre a difendere come ha sempre saputo fare, tira fuori un Bobby Brown incontenibile, e la partita gira del tutto: -10, -7, -3 in un attimo, mentre a Varese resta solo qualche azione estemporanea con un Polonara che, tutto sommato, dà il suo contributo (tap in vincente e 2+1 nel momento in cui la partita è punto a punto). A 2’ dalla sirena parità assoluta: 73-73. A Brown rispondono Banks ed Ere, ma è la freddezza di Hackett a chiuderla: si prende un fallo sull’ultimo tiro, a poco più di 1’’ dalla fine, da parte di Green. Sbaglia il primo –precludendosi la possibilità di sbagliare volontariamente il secondo e chiuderla qui- ma segna il punto decisivo. Sulla rimessa dopo il timeout Banks si prende un tiro impossibile, ben tenuto da Ress: finisce qui, tra l’incredulità dei Varesini e la gioia dei Senesi.
Lunedì si torna a Masnago per il primo match point senese, con i Toscani sicuramente carichissimi, a fronte di una Cimberio probabilmente tramortita da questa incredibile rimonta: la serie potrebbe essersi virtualmente conclusa qui.

MVP: Bobby Brown, 27 punti con 6/9 da tre e in particolare 14 punti con 4/5 dai 6.75m.

Siena: Brown 27, Hackett 16, Moss 11
Varese: Ere 22, Green 12, Banks 11

FOTO: Mario Bianchi