News Serie A

Quarti di Finale F8 – Cazzolato e Cremona da impazzire: è Semifinale

Nicolò Cazzolato (Vanoli Cremona) durante la partita della BEKO Final Eight 2016 fra Vanoli Cremona e Banco di Sardegna Sassari. Basket - Milano 19/02/2016 - Stefano Gariboldi/Newphotopress © All Rights Reserved

Cremona lotta e getta il cuore oltre l’ostacolo di rotazioni corte, forse cortissime, e compie una delle imprese sportive più belle degli ultimi anni, con Cazzolato eroe di giornata grazie al buzzer da 3 punti che manda il match all’overtime e che svolta l’inerzia del match permettendo ai lombardi di portare a casa una vittoria stupenda e di accedere alla Semifinale. A Sassari non basta un incredibile Logan (autore di 29 punti e 8 assist) e manca quella cattiveria agonistica per chiudere un match che, a fine terzo quarto, era saldamente sotto controllo; i sardi pagano anche l’ingenuità di non far fallo a 7” dalla fine permettendo a Cazzolato di trovare la tripla che porta il match al supplementare.

VANOLI CREMONA BANCO DI SARDEGNA SASSARI
97
89

I 5 NUMERI DELLA SFIDA

72.7 – La percentuale dal campo con cui la Dinamo chiude il primo quarto, trovando un 7/10 da 2 punti e 1/1 da 3: Sassari riesce a coniugare bene gioco interno e gioco esterno, portando a casa tanti falli (7 quelli commessi da Cremona) e viaggi in lunetta. Inizia benissimo Alexander, autore di 6 punti in un amen, e proseguono l’opera Logan e Stipcevic, con quest’ultimo che guadagna 5 tiri dalla linea della carità; Cremona, dal canto suo, si affida al talento di Turner e Washington, con il lungo ex-Pistoia che piazza un 3/3 da tre punti per tenere a contatto i lombardi.

2 – I canestri realizzati da Sassari nel secondo quarto, in una moria offensiva che farebbe spavento a molti; Cremona ne approfitta per piazzare un parziale di 14-6 (così si chiudono i secondi 10′) e mettere la testa avanti all’intervallo (34-29). Deleteria la prestazione di un Tony Mitchell che sembra essere corpo estraneo nel sistema sardo, ma a essere sinceri tutta la squadra di coach Calvani fatica da morire a trovare la retina e non riesce nemmeno a conquistare viaggi in lunetta come fatto nella prima frazione. L’ala vista a Trento lo scorso anno chiude il primo tempo con 0/5 dal campo, 2 perse e un tecnico: non proprio il massimo per un giocatore dal suo talento.

12  I punti di David Logan nel solo terzo quarto, con la guardia a guidare Sassari nel momento in cui Cremona tenta di prendere le redini del match grazie alle giocate di Turner e Washington. I 5 punti consecutivi a 3′ dalla fine della frazione sono pura poesia: prima penetra e porta a casa canestro e fallo (sbagliando il libero), poi realizza una tripla in transizione e fa gasare i tifosi sardi presenti sugli spalti oltre a riportare i sardi a contatto (47-45). Sale in cattedra come il miglior professore e decide anche di regalare showtime con un assist per l’inchiodata di Petway che arriva a rimorchio e con l’alley-oop per Mitchell che vale il 47-51 in favore dei sardi a 1′ dalla fine del terzo quarto.

1 – La tripla dell’anno per Cremona ed è quella di Nicolò Cazzolato che porta il match all’overtime dopo un finale incredibile, in cui Sassari non fa fallo sull’ultimo possesso pur essendo in vantaggio di sole tre lunghezze. C’è poco altro da dire: Nicolò da Padova è l’eroe di questi Quarti di Finale e permette a Cremona di coronare un sogno stupendo nonostante la oggettive difficoltà derivanti da giocatori indisponibili e e acciaccati (come McGee, autore comunque di 12 punti e 6 assist in oltre 24 minuti sul parquet).

17  I punti realizzati da Deron Washington, autore di una prestazione di rilievo probabilmente nel match stagionale più importante per i lombardi: si perde con l’andare del match, un po’ come tutta Cremona del resto, ma è fondamentale nel primo tempo con il suo 4/4 da 3 punti e con tanto lavoro sporco sotto le plance. Forza molto nella frazione finale, quando i lombardi sono costretti a rincorrere Sassari dopo che Logan ha messo in piedi un altro show offensivo incredibile per spettacolarità ed efficacia, ed è molto falloso (esce per 5 falli quando c’è ancora un’eternità da giocare, per come si sviluppa il match), ma la prestazione individuale è più che buona se esaminata su tutto l’arco del match.

@Mediolanum Forum – Assago (MI)

TABELLINO COMPLETO

CREMONA I NUMERI DELLA PARTITA SASSARI
28 – Turner PUNTI Logan – 29
7 – Washington RIMBALZI Mitchell – 12
– Mcgee ASSIST Logan – 8
31 – Turner VALUTAZIONE Logan – 41