Serie A 2013/14 – Caserta e Montegranaro s’iscrivono, Cremona e Pesaro a forte rischio

A due settimane dal termine ultimo per depositare la documentazione necessaria per l’iscrizione al prossimo campionato di Serie A (31 maggio, ndr), analizziamo le situazioni delle società in particolare difficoltà economica.

CASERTA
Sono stati rescissi i contratti con i tesserati, che scadrebbero il 31 giugno, per risparmiare qualcosa in termini di tasse e contributi. Il presidente Francesco Gervasio ha comunque assicurato che gli emolumenti promessi in estate verranno corrisposti fino all’ultimo centesimo; mentre il vice Lello Iavazzi ha reso noto che l’iscrizione al prossimo campionato non è a rischio. Il nodo da sciogliere è quello legato al budget: senza nuove entrate nelle casse bianconere, c’è il forte rischio di dover vivere un’altra annata di grande sofferenza dal punto di vista societario.

MONTEGRANARO
Anche questa volta il consorzio “Insieme per la Sutor” ha trovato le risorse necessarie per l’iscrizione al prossimo campionato. Si lavora a nuovi ingressi per rafforzare la società. Diversi giocatori sono sotto contratto per la prossima stagione, coach Recalcati sarebbe disposto a rimanere, ma vuole maggiori garanzie e soprattutto più chiarezza sui rapporti squadra-società, sui quali anche un idolo della piazza come Valerio Amoroso ha avuto da ridire nei giorni scorsi. La costruzione del roster sarà affidata sempre al general manager Sandro Santoro.

PESARO
Al termine di questa stagione si è registrato il passo indietro dello storico main sponsor Valter Scavolini, che rimarrà all’interno del Consorzio, ma senza più accollarsi gran parte delle spese. Al momento il budget necessario per il prossimo campionato è coperto solo al 60%: senza forze fresche la scelta obbligata sarà quella di rinunciare alla Serie A, ma non di chiudere bottega, dato che i conti sono in ordine e l’attuale budget sarebbe sufficiente per la nuova Legadue.

CREMONA
Ad inizio settimana si è svolto il consiglio di amministrazione, dopo il quale è stato reso noto che la società non ha debiti e le scadenze sono state onorate. La situazione per la prossima stagione, però, è critica: c’è una differenza importante tra le risorse certe e quelle necessarie, senza nuovi soci o sponsor sarebbe impossibile iscriversi alla Serie A 2013/14.