Varese si svela al pubblico ed annuncia il nuovo main sponsor Openjobmetis

Giornata intensa quella di ieri per la Pallacanestro Varese, tra presentazione del nuovo main sponsor e ripresa degli allenamenti, con saluto del pubblico varesino alla squadra.

La notizia del giorno è che la Pallacanestro Varese ha finalmente e ufficialmente il suo main sponsor. La società biancorossa ha stretto un accordo con l’agenzia per il lavoro Openjobmetis S.p.A. Si tratta di una sorta di ritorno, l’ultimo in ordine cronologico tra i tanti di questa estate –primo tra i quali quello di coach Gianmarco Pozzecco: Metis, oggi fusa con Openjob, fu già sponsor della Pallacanestro Varese per tre anni all’inizio del nuovo millennio, quando ancora, per intenderci, giocava Vescovi.
Giornata calda, si diceva, per la nuova Pallacanestro Varese, che non solo ufficializza il nuovo main sponsor, ma si raduna sul campo per la prima volta e saluta i suoi tifosi al PalaWhirlpool. In mattinata inizio della preparazione atletica al palazzetto di Masnago, dove i giocatori hanno salutato i loro tifosi nel pomeriggio, prima di riprendere ad allenarsi con una seduta di pesi e piscina.

20140828_163946

Tornando all’evento di giornata –la presentazione del nuovo main sponsor-, molti gli intervenuti, tra cui presidente e vicepresidente di Pallacanestro Varese, Stefano Coppa e Monica Salvestrin; presidente e amministratore delegato di Openjobmetis, Marco Vittorelli e Rosario Rasizza; autorità politiche, tra cui il Sottosegretario al Welfare, On. Biondelli e il sindaco di Varese Attilio Fontana; altre personalità della società varesina.
Questi le parole degli intervenuti alla conferenza stampa.

Marco Vittorelli, presidente Openjobmetis S.p.A.: per me si tratta di un ritorno, dopo l’esperienza di sponsorizzazione con Metis. Ricevuta la proposta ho perciò provato una forte emozione positiva. Con la Pallacanestro Varese abbiamo condiviso e condividiamo valori comuni: entrambe puntiamo sui giovani, centro propulsore dei rispettivi settori, entrambi lavoriamo di squadra e sosteniamo valori etici e professionali sani. L’esperienza condivisa ci ispira fiducia nella professionalità della società e speriamo in una collaborazione lunga. L’avventura passata fu molto positiva, ma i risultati scarseggiarono. Oggi speriamo anche in qualche risultato: le basi sono buone. C’è un ambiente coeso e il segnale più evidente è la presenza in società di molti volti del passato, che ci danno garanzie.

Rosario Rasizza, amministratore delegato Openjobmetis S.p.A.: L’idea di sponsorizzazione è nata da un incontro con Monica Salvestrin ed è diventata un’intenzione concreta dopo l’incontro con Cecco Vescovi e il contatto con una società seria come questa. Certo ci sono state alcune difficoltà, ma poi abbiamo trovato un accordo e siamo entusiasti di questa nuova esperienza.

Stefano Coppa, presidente Pallacanestro Varese: ringrazio sia Vittorelli che Rasizza per aver sposato il nostro progetto. Per noi è una cosa grandissima: finalmente, come da tempo desiderava Vescovi, il nome di uno sponsor varesino è sulla maglia di Varese. Per ottenere questa sponsorizzazione non abbiamo dovuto solo convincere degli imprenditori, ma un fondo di investimenti, il che conferma che il progetto è vincente.
Si tratta di un contratto iniziale di un anno, che per noi è però solo un inizio. Spero in un rapporto duraturo, come è stato quello con Cimberio, il cui nome rimarrà sulla maglia e grazie al quale la Pallacanestro Varese esiste ancora.
Openjobmetis sosterrà anche per il basket in carrozzina, del quale si riuscirà a far decollare anche il settore giovanile.

On. Franca Biondelli, Sottosegretario al Welfare : La Pallacanestro Varese è una società che dà lustro all’Italia intera ed è un onore essere presente in questa occasione. Ringrazio Openjobmetis e tutti gli imprenditori che sostengono la pallacanestro, anche quella in carrozzina, realtà vicina alle mie competenze e con la quale perciò sento un legame profondo. In bocca al lupo a tutti.

Carlo Marinello, presidente HS Varese: siamo molto contenti di ciò che è nato tre anni fa grazie a Cecco Vescovi e Michele Lo Nero, con l’obiettivo non solo agonistico, ma di permettere a persone con disabilità di praticare attività sportiva. Affrontiamo dopo molti anni la serie A e l’Eurolega, speriamo in buoni risultati e siamo entusiasti.

Attilio Fontana, sindaco di Varese: esprimo grande soddisfazione e ringrazio tutti gli sponsor che permettono di portare avanti un’attività così fondamentale per la città. E adesso che a parlare siano i giocatori!

Infine, poco prima della presentazione della squadra al pubblico, interviene coach Pozzecco, ironico come sempre: “Sono contento che abbiano trovato soldi per far la squadra, altrimenti saremmo in mezzo a una strada. Sono estremamente contento di ciò che siamo riusciti a fare. La squadra è sicuramente competitiva. Qualsiasi cosa negativa dovesse capitare sarà mia la responsabilità. Fino a oggi tutti hanno lavorato per accontentarmi, oggi sono contento e la palla è in mano a me”.