Reggio Emilia e Varese: due stili a confronto

L’aggressività difensiva contro i ritmi alti. Questi saranno i temi principali del posticipo di domenica sera tra Trenkwalder Reggio Emilia e Cimberio Varese. Squadre entrambe affamate. La prima alla ricerca di punti preziosi per consolidare ancora di più la sua posizione verso i playoff, la seconda con la voglia matta di riscattare l’erroraccio/svista di Lamonica contro Sassari. Un non fischio dal peso specifico pesantissimo che ha precluso ai biancorossi lombardi, oltre alla vittoria nella singola partita, l’allungo in classifica (+4 più scontri diretti favorevoli) che, con tutta probabilità, sarebbe risultato decisivo.

I ragazzi di Frank Vitucci non guarderanno certo indietro, anzi. In settimana hanno lavorato bene nonostante un Ere non ancora al top ed un Banks che si è scavigliato leggermente venerdì. Reggio dal canto suo arriva da un periodo positivo, nonostante la sconfitta subita a Bologna, e l’aggiunta di Troy Bell offre agli emiliani un importante riferimento offensivo in più sullo scacchiere di coach Menetti.

Probabilmente, se Reggio Emilia riusciràad esprimere la sua famosa difesa aggressiva, vedremo una gara dal punteggio basso che si deciderà negli ultimi possessi. Insomma poco spettacolo, tante emozioni.

FOTO: www.pallacanestrovarese.it