Sneakers Awards: I premi per le migliori e le peggiori scarpe della stagione NBA 2013/14

Siamo in aria di premi stagionali, in questo periodo infatti si parla di MVP, di Rookie of the Year, di Coach of the Year e di tutte le altre onorificenze da assegnare ai giocatori NBA più rappresentativi dell’anno. No, questo non è un articolo in cui noi di MY-Basket.it assegniamo i personali premi stagionali, quel tipo di articolo è già stato fatto (clicca QUI per leggere l’articolo), e poi siamo all’interno di Shoe Game, qui si parla di scarpe. Oggi Shoe Game sarà un po’ diverso dato che verranno assegnati i premi per i migliori modelli e i migliori indossatori di questa ultima stagione di NBA. In questa speciale puntata sarò aiutato da Il Kokkola, un vero esperto del settore nonché autorevole penna di SNKRBX.it, sito che si occupa di sneakers a 360 gradi e che da oggi sarà partner di MY-Basket.it nella realizzazione di articoli e rubriche. Ma ora basta presentazioni, passiamo agli Sneakers Awards.

MVP (Most Valuable Player)

Nick Young (Los Angeles Lakers) – Nike

Swaggy P è l’indiscusso vincitore della stagione. La guardia dei Lakers non ha solo portato a termine la sua migliore stagione NBA in carriera con 17.9 punti di media in 28.3 minuti ma si è anche fatto riconoscere come uno dei principali punti di riferimento per chi ama le sneakers. Young, sponsorizzato da Nike, non si è limitato ai modelli “base” ma ha sfoggiato pezzi davvero pregiati. Qualche esempio? E’ stato il primo giocatore NBA a indossare le Kobe 9 Elite (causa infortunio di Kobe) e ha sfoggiato tanti altri modelli esclusivi come le Nike Foamposite One “Galaxy”, le Nike Foamposite One “Supreme”, le Nike Zoom Generation 1 “Wheat” e le Air Jordan II “Doernbecher” (Tutte visibili nella foto qui sotto nello stesso ordine). Buongustaio.

Mix Young

MIGLIOR QUINTETTO DELL’ANNO

Stephen Curry (Golden State Warriors) – Under Armour Anatomix Spawn “Gremlins”

Dwyane Wade (Miami Heat) – Li-Ning Way of Wade 2  “Christmas”

Nick Young (Los Angeles Lakers) – Nike Foamposite One “Supreme”

Iman Shumpert (New York Knicks) – Adidas Crazy 1 “Sunshine”

Amir Johnson (Toronto Raptors) – Air Jordan III “Doernbecher”

E’ un quintetto basso ma la cosa non ci spaventa, d’altronde questi cinque atleti hanno dominato la scena delle sneakers in questa stagione, specialmente con i modelli che abbiamo segnalato accanto al loro nome e che potete vedere qui sotto in ordine di apparizione.

Quintetto Mix

Curry ha contribuito a trasformare il marchio Under Armour da un nome di nicchia nel mondo del basket a una vera e propria autorità rendendo le Anatomix Spawn alcune delle sneakers più usate e apprezzate dell’anno.
Wade è un’icona di stile in NBA e non certo da oggi, se poi Li-Ning rende ancora più unico il suo modello personale con colorazioni particolarissime e totalmente “in stile Wade” allora non si può fare altro che complimentarsi.
Su Nick Young abbiamo già detto tutto, è l’MVP della stagione e quale modello potevamo scegliere se non le Nike Foamposite One targate Supreme per esprime il genio e la sregolatezza californiana del ragazzo in maglia Lakers?
Shumpert è un’altra icona di stile, un personaggio tanto eccentrico quanto esplosivo e talentuoso in campo. I modelli Adidas indossati dall’ex Georgia Tech sono infiniti ma niente di meglio di un paio di Adidas Crazy 1 “Sunshine” per mostrare il suo modo di vivere e soprattutto vestirsi fuori dagli schemi.
Amir Johnson, unico lungo della nostra squadra, è in quintetto sia per tutti i bellissimi modelli di Air Jordan mostrati in stagione ma anche per rappresentare i Toronto Raptors, molto probabilmente la squadra che più di tutte ci ha regalato modelli particolari in questo anno di NBA, soprattutto se si parla di Nike e Air Jordan, argomento sul quale anche DeMar DeRozan e Terrence Ross sono molto ferrati.

MIGLIOR MODELLO DELL’ANNO

Nike Kobe IX Elite

Le Kobe IX Elite sono pura innovazione e per questo si meritano il nostro premio. Per prima cosa parliamo di una scarpa totalmente rivoluzionaria dal punto di vista della tecnologia e del materiale dato che si tratta del primo modello a unire le tre nuove tecnologie Nike: Nike Flyknit, Nike Lunarlon e Nike Flywire. Proprio Flyknit, con la sua particolare struttura “a ragnatela” rende questa scarpa una delle più leggere mai costruite senza però togliere nulla alla stabilità necessaria ai piedi di un cestista, il tutto rinforzato da inserti in fibra di carbonio a livello del tallone. Questo mix rende la scarpa unica già di per sé, se poi a tutto ciò aggiungiamo anche un design particolare e decisamente differente da quello visto negli ultimi modelli della linea dedicata a Kobe Bryant, allora il risultato non può che essere una piccola opera d’arte. E’ un peccato che questo modello non abbia fatto il suo debutto sui parquet NBA ai piedi dell’infortunato numero 24 dei Lakers ma siamo sicuri che nella prossima stagione Kobe saprà onorare le Kobe IX Elite a dovere. Nel frattempo ci hanno pensato giocatori come Nick Young Young, DeMar DeRozan (in NBA) e Julius Randle di Kentucky (in NCAA) a mostrarle al mondo intero.

Kobe-9-elite

MIGLIOR PE DELL’ANNO

AND1 Aqua Mid “Sir Lance A Lent” – Lance Stephenson (Indiana Pacers)

Per chi di voi non lo sapesse, “PE” sta a indicare “Player Exclusive”, una versione di una scarpa creata in esclusiva per uno specifico atleta, cosa che rende il suddetto modello unico per definizione. Nell’ultima stagione NBA ne abbiamo viste molte di PE ma il nostro personale premio va a Lance Stephenson con queste particolarissime AND1 Aqua Mid, modello reso unico da una colorazione estremamente particolare. In occasione del Martedì Grasso, o Mardi Gras come lo chiamano gli americani, AND1 ha creato questa particolare versione delle Aqua Mid per il suo uomo di punta, la guardia dei Pacers, resa ancora più bella dal significato nascosto dietro i colori utilizzati. Come molti di voi sapranno infatti il Martedì Grasso, giorno di inizio della Quaresima, è una festività molto amata a New Orleans che in occasione di quel giorno si trasforma in teatro per grandi feste e parate, queste ultime organizzate da gruppi chiamati Krewe. Rex Krewe, il principale comitato di organizzazione della parata del Mardi Gras, decise nel lontano 1872 di utilizzare i colori verde, viola e oro per omaggiare la visita del Granduca Romanov, colori che divennero dei veri  e propri simboli nel 1892 quando la parata del Mardi Gras fu dedicata al  “Simbolismo dei Colori” attribuendo quindi un significato ad ogni colorazione:il viola simbolizzò la giustizia, il verde la fede e l’oro il potere. Le AND1 Aqua Mid “Sir Lance A Lent” di Lance Stephenson racchiudono tutta questa storia ultracentenaria, ecco perché si meritano questo premio.

and1-Aqua-Mid-sir-lance-a-lent-pe

SCARPA RIVELAZIONE DELL’ANNO

Nike Zoom HyperRev

E’ stata una lotta serratissima dato che fino all’ultimo siamo stati in dubbio se premiare le Under Armour Anatomix Spawn o le Nike HyperRev ma alla fine lo Swoosh è riuscito a portare a casa la vittoria per l’ennesima volta. La versione cestistica della linea Roshe si merita il premio perché il modello, data la sua particolarità sia nell’utilizzo dei materiali (la tecnologia Dynamic Flywire viene unita alla Zoom Air) che nel design, era di per sé una scommessa. Una scommessa che Nike ha vinto alla grande dato che questo modello ha riscosso moltissimo successo tra i giocatori NBA, tantissimi infatti hanno soppiantato le loro Nike Hyperdunk con un paio di HyperRev. Questo modello è stato anche tra i più utilizzati nel corso dell’ultimo Torneo NCAA dai giocatori delle squadre sponsorizzate da Nike. Tra i più fieri indossatori di Nike HyperRev troviamo O.J. Mayo, Deron Williams, Bradley Beal, il rookie dell’anno Michael Carter-Williams e Kyrie Irving, proprio quest’ultimo infatti ha fatto realizzare una particolarissima PE indossata all’ultimo All-Star Game.

Nike-Zoom-Hyperrev (1)

PEGGIOR SCARPA DELL’ANNO

Nike LeBron XI

Come? Le ultime LeBron come peggior scarpa dell’anno? Esatto. Tranquilli, non siamo degli “haters” ma solo attenti ai fatti. Le LeBron XI sono state per Nike un vero e proprio successo commerciale, non a caso ne sono state create tantissime versioni e colorazioni e tutte hanno venduto tantissimo. E allora perché premiarle in negativo? Semplice. Questo modello è stato creato per LeBron James e sulle caratteristiche della stella dei Miami Heat, peccato però che lo stesso King James le abbia indossate pochissimo nel corso della stagione ritenendole scomode. Anche quando Nike imponeva al numero 6 degli Heat di indossarle, alla prima occasione, se le slacciava preferendo un paio di Nike Zoom Soldier VII. Se un modello non riceve l’approvazione del giocatore per cui è stato creato e di cui porta il nome allora non si può che premiarlo come il peggiore dell’anno.

nike-lebron-11-id-1

PEGGIOR PE DELL’ANNO

Nike KD VI “Silver and Navy”

La scarpa è particolare e controversa, ad alcuni piace e ad altri risulta inguardabile, per alcuni è comodissima mentre per altri è ciò che di più scomodo è mai stato indossato. Lungi da noi imporre un giudizio univoco su questo modello ma considerando quanto Nike ha puntato su questa scarpa, possiamo dire tranquillamente che sono rimasti troppi dubbi a riguardo. Pochi giocatori l’hanno utilizzata rispetto alle KD IV e KD V, precedenti modelli della serie dedicata a Durant, e per questo ha già perso molti punti ai nostri occhi. Se poi a tutto questo aggiungiamo un abbinamento di colori non felicissimo come il blu scuro e l’argento da coordinare con la non entusiasmante terza maglia dei Thunder allora il risultato non può che essere la peggior PE dell’anno.

kevin-durant-nike-kd-vi-silver-navy-pe

Premio Speciale: Il PIU’ CONFUSO DELL’ANNO

Will Bynum (Detroit Pistons)

Li-Ning o Air Jordan? Questo è il dilemma. Ci piace immaginare così la guardia dei Pistons, come un novello Amleto Shekespeariano, mentre decide cosa indossare prima di una partita NBA. Siamo in tempi di crisi e trovare uno sponsor non è facile nemmeno se si è un giocatore NBA, così Will Bynum ha deciso di mostrare la sua passione per entrambe le marche indossando spesso sia le Li-Ning Way of Wade “Encore” che diversi modelli della linea Air Jordan, specialmente Air Jordan XI mandando in confusione tutti gli appassionati del mondo delle sneakers. Alla fine però ha avuto ragione Bynum dato che il marchio cinese Li-Ning ha finito per offrirgli un contratto di sponsorizzazione verso la fine della regular season.

Mix Bynum