Marco Belinelli, mamma mia! Rivivi con il video di MY-Basket.it il suo ottimo inizio di stagione

E adesso alzi la mano chi ha il coraggio di criticarlo. Dopo anni passati a mandare giù le solite critiche del “non è adatto alla NBA”, non è bastata nemmeno una grande stagione in maglia Bulls per convincere appieno gli appassionati italiani della NBA. Il che è assurdo, perché Marco ha dimostrato di poterci stare eccome tra i migliori del mondo, ritagliandosi un ruolo importante nel team di coach Thibodeau: non è stato un semplice specialista ma, grazie alla sua intelligenza cestistica ed al suo talento, ha giocato minuti importanti anche da regista ed ha fatto vedere qualità da clutcher che ha zittito tutti quelli che gli davano dello “sdeng”.

E’ bastato, però, un Eurobasket poco felice dal punto di vista individuale per riaccendere come non mai le polemiche su di lui. Ma Belinelli, prima che un ottimo giocatore, è un serio professionista ed ha lavorato duramente per lasciarsi alle spalle l’avventura in Lituania e farsi trovare subito pronto per la nuova avventura con gli Spurs. Certo, c’è da dire che il sistema di coach Popovich sembra essergli cucito addosso, ma Marco ci sta mettendo del suo, dimostrando di essere un’arma molto preziosa non solo per il suo mortifero tiro da tre punti, ma anche per la visione di gioco e per l’intensità che mette sul parquet in entrambi i lati del campo. Non a caso ci ha messo pochissimo a guadagnarsi un bel minutaggio da parte di Pop, che non ha mai nascosto di stimarlo parecchio.

Dalla sua parte ci sono anche i numeri: all’indomani della sfida vinta ad Orlando, in cui ha tirato con un perfetto 4/4 da oltre l’arco ed è stato il miglior marcatore con 19 punti, Belinelli è diventato il miglior tiratore da tre punti della NBA, facendo registrare un irreale 55% (22/40). Ma, come abbiamo già detto, Marco non è solo tiro da tre. Ecco le sue statistiche complete di questo inizio di stagione: 8.6 punti con il 50% dal campo ed il 55% dalla lunga distanza, 2.8 rimbalzi e 2.1 assist in 20.7 minuti di media. Per riepilogare il suo positivissimo inizio di stagione, vi lasciamo con un video di nostra creazione.