Videogallery

VIDEO – Lo show di Michael Jordan: prima si infuria con LeBron, poi esulta per Lin!

Senza Kemba Walker, Charlotte è finalmente riuscita a trovare un modo per battere LeBron James, che non perdeva contro questa franchigia dalla bellezza di 21 partite. Nonostante il -9 dell’intervallo, gli Hornets non hanno mollato e nel terzo quarto hanno alzato parecchio il livello dell’intensità difensiva, trovando allo stesso tempo buona continuità in attacco: ciò si è tradotto in un parziale di 33-17 che ha completamente ribaltato la partita.

Nell’ultima frazione Charlotte è sempre stata al comando, anche se negli ultimi minuti ha rischiato qualcosa, quando LeBron James ha inchiodato la schiacciata del -6. Giocata, tra l’altro, che ha fatto infuriare il proprietario degli Hornets, sua maestà Michael Jordan, il quale avrebbe voluto un fischio arbitrale contro LeBron, reo di aver commesso fallo in attacco allargando il gomito su Zeller. Poco dopo, però, ci ha pensato Jeremy Lin (autore di 24 punti) a chiudere definitivamente la contesa, mandando in paradiso Charlotte almeno per una notte.